Pubblicato il

Tvs, Tidei: "Centrale a rischio chiusura"

CIVITAVECCHIA – La situazione economica di Tirreno Power non sembra delle più floridi. Almeno è questa la sensazione che ha avuto il sindaco Pietro Tidei, dopo l’incontro con l’amministratore delegato di Tvs a cui hanno preso parte anche il presidente del consiglio Marco Piendibene, l’assessore al Lavoro Sergio Serpente e l’ex consigliere comunale Alessio Gatti in rappresentanza dei lavoratori. “A causa del costo del gas – ha spiegato Tidei – la centrale sta perdendo profitti, non essendo più competitiva sul mercato, e rischia di chiudere”. Ma Tidei rassicura: “Si tratta solo di una possibilità estrema. Obiettivo principale in questo momento è la salvaguardia dei posti di lavoro dei 132 addetti che oggi operano all’interno della centrale”. E ha annunciato che Comune e Tvs si sono dati appuntamento prima della fine dell’anno “per verificare se le cose siano migliorate oppure no”. Nella peggiore delle ipotesi Tidei è stato chiaro: “Non lasceremo che si trasformi in un’altra Italcementi. In quel caso o verrebbe riconvertita oppure smantellata. Non vogliamo – ha detto Tidei – un altro ecomostro in città”. Per quanto riguarda i 132 lavoratori il primo cittadino rassicura: “Nessuno ha intenzione di ricorrere ai licenziamenti. Nemmeno per i 6 neo assunti. È proprio per questo motivo che 70 lavoratori sono stati spostati in una divisione della stessa società che ha deciso di reinternalizzare alcuni dei servizi esternalizzati per continuare a dare lavoro a chi oggi, potrebbe risultare in esubero”. Per gli altri, guardando allo scenario più negativo, “si aprirebbe probabilmente la cassa integrazione”.

ULTIME NEWS