Pubblicato il

Saltano i tombini, paura a Santa Marinella

Saltano i tombini, paura a Santa Marinella

Numerosi disagi sono stati riscontrati ieri a causa degli allagamenti. Auto finisce in una buca. La minoranza torna a chiedere al sindaco Bacheca di provvedere rapidamente alla pulizia dei fossi. Intanto nei quartieri partono iniziative per educare i cittadini alla prevenzione in caso di interventi calamitosi

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Si è rischiato grosso, oggi, quando il tempo inclemente ha catapultato sulla città una enorme quantità di pioggia. La mole d’acqua ha fatto saltare molti tombini e al quartiere Valdambrini un’auto, che non si è accorta della buca, vi è finita dentro senza subire comunque particolari danni ne al conducente ne al mezzo. La paura però di chi abitava nei pressi dei fossi cittadini, è stata quella che i torrenti potessero esondare, causando gravi danni alle abitazioni. Nonostante le continue raccomandazioni lanciate dalle minoranze alla giunta Bacheca, di provvedere all’immediata pulizia dei fossi, considerando che l’inverno si avvicina e il problema delle inondazioni rischia di farsi reale, ancora non c’è stata alcuna risposta. Da parte sua, comunque, l’amministrazione comunale risponde che entro il mese di ottobre i fossi verranno liberati dagli alberi e dai rifiuti, considerato che sono stati stanziati 40 mila euro che diverranno utilizzabili solo dopo l’approvazione del bilancio. Nel frattempo, il delegato ai rioni Alfredo De Antoniis, in collaborazione con la protezione civile Pro Pyrgi, ha fissato una serie di riunioni con la cittadinanza inserite nel “Mese rionale della prevenzione da calamità naturali”. Nei weekend novembrini si svolgeranno alcuni incontri nei quartieri cittadini, finalizzati alla prevenzione dagli eventi calamitosi. Nelle piazze rionali, i volontari, oltre ad analizzare le problematiche, i rischi e la conformità del territorio, terranno delle vere e proprie lezioni sulle eventuali emergenze da affrontare in caso di pericolo. Il progetto servirà inoltre a sensibilizzare la cittadinanza sull’imprevedibilità degli eventi atmosferici, sempre più frequenti in questo periodo. «La prossima settimana – afferma De Antoniis –  si aprirà un tavolo di collaborazione e discussione con tutte le forze di Protezione Ci vile e i delegati comunali all’ambiente e alla Protezione Civile. Cercheremo il sostegno di tutte le autorità preposte, affinchè  il progetto diventi unitario e condiviso, compresa la necessaria collaborazione e partecipazione di tutta la città, poiché l’importanza della prevenzione non è certamente da sottovalutare. Voglio ringraziare la Protezione Civile di Santa Marinella – conclude De Antoniis – sempre disponibile a collaborare con le istituzioni per la tutela del nostro territorio». Questo il programma. Domenica 27 ottobre a Prato del Mare (adiacenze alla Chiesa Santa Teresa del Bambin Gesù), in collaborazione con il consigliere Emanuele Minghella, sabato 2 Novembre Rioni Valdambrini e Fiori (piazzetta della farmacia comunale), domenica 3 novembre Rione Quartaccia (adiacenze Chiesa di Sant’Antonio), sabato 9 novembre Rione Alibrandi (piazzetta via Leopardi), domenica 10 novembre Rione Pirgus (zona La Gatta), sabato 16 novembre Santa Severa ((Piazza Roma), domenica 17 novembre Rione Centro (sotto i Portici)), sabato 23 novembre Rione Combattenti (Bar dei Pini) ed infine domenica 24 novembre Rione Majorca (al Parco Etruria). 

ULTIME NEWS