Pubblicato il

Terme, Lungarini apre ad Acanthus

Terme, Lungarini apre ad Acanthus

Il consigliere comunale di maggioranza Fabrizio Lungarini si è detto favorevole alla realizzazione delle Terme da parte di Acanthus. "Aspettiamo le controdeduzioni del Gip e se non dovessero emergere impedimenti potremmo procedere con la realizzazione del comparto"

CIVITAVECCHIA – Da un lato Acanthus pronta a partire. Dall’altro il sindaco Pietro Tidei che frena. In mezzo il consigliere della lista civica Ritorna al Futuro che, andando controcorrente, spalanca le porte alla società romana, in piena sintonia con Sel (secondo le dichiarazioni più volte fatte dal primo cittadino Pietro Tidei nelle scorse settimane). “Penso che sulla realizzazione delle terme non dobbiamo indugiare ancora – ha detto Lungarini a Dentro la Notizia, la rassegna stampa in onda questa mattina su ProvinciaTv – perché le terme sono una grande occasione di sviluppo per Civitavecchia”. Per il consigliere di maggioranza, infatti, ricominciare da capo l’iter per l’affidamento delle Terme e la realizzazione dell’intero comparto porterebbe inevitabilmente a “sognare” le terme ancora per molto tempo. “C’è un’inchiesta – ha detto – aspettiamo le controdeduzioni del giudice delle indagini preliminari e qualora non dovessero emergere impedimenti, allora potremmo procedere alla realizzazione del comparto da parte di Acanthus”. Per il consigliere di maggioranza infatti, qualora l’amministrazione comunale dovesse decidere di revocare la delibera con cui si affidavano i lavori alla società dell’imprenditore romano Giuseppe Sarnella e allo stesso tempo dovesse emergere che il procedimento messo in atto dalla precedente amministrazione era corretto, le cose si complicherebbero ulteriormente sia per la società che in quel caso dovesse vincere il nuovo bando di gara che per l’amministrazione comunale. “Infatti – ha spiegato Lungarini – ci è stato già comunicato che qualora l’amministrazione comunale dovesse procedere alla revoca del bando, Acanthus sarebbe pronta a presentare un ricorso.  Io sono per la risoluzione dei problemi  – ha concluso Lungarini – e non per complicarli ulteriormente”. (SEGUE)

ULTIME NEWS