Pubblicato il

Antiquario trovato sull'Aurelia: prende quota la pista del malore

Antiquario trovato sull'Aurelia: prende quota la pista del malore

TARQUINIA. Pietro Menicucci di 67 anni è ancora ricoverato al Gemelli in prognosi riservata

TARQUINIA – È ancora ricoverato in prognosi riservata presso il Policlinico Gemelli di Roma il noto antiquario di Pescia Romana, Pietro Menicucci di 67 anni, trovato ieri pomeriggio riverso a terra, a bordo dell’Aurelia, in una pozza di sangue con la testa fracassata. L’uomo viaggiava in direzione Civitavecchia, a bordo del suo furgone Hyundai di colore grigio; giunto all’altezza del chilometro 88,200 è accaduto qualcosa sul quale stanno cercando di fare chiarezza gli agenti del commissariato di Tarquinia, coordinati dalla squadra mobile di Viterbo. Ad avvertire le forze dell’ordine è stato un automobilista di passaggio, che ha notato l’agghiacciante scena. In poco tempo sul posto sono sopraggiunti i mezzi di soccorso. L’uomo è stato trasferito in eliambulanza presso l’ospedale romano. In un primo momento gli inquirenti hanno anche ipotizzato un tentato omicidio, poi con il passare delle ore è sembrata sempre più accreditata l’ipotesi di un malore che avrebbe potuto causare all’uomo una bruttissima caduta. L’antiquario infatti, secondo quanto appreso, soffriva di pressione alta che già in passato lo aveva reso visto vittima di atti di autolesionismo.

ULTIME NEWS