Pubblicato il

Al Traiano il premio "Libera informazione"

CIVITAVECCHIA – Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il premio “Libera informazione”, giunto alla sua quarta edizione, promosso sall’Itis Marconi ed in programma giovedì mattina alle 10.15 al teatro Traiano. Dopo Marco Travaglio (2010), Lirio Abbate (2011) ed Ascanio Celestini (2012) il riconoscimento verrà assegnato quest’anno a Don Luigi Merola, prete anticamorra che da diverso tempo vive ormai sotto scorta per il suo coraggioso impegno contro la criminalità organizzata, e al Colonnello Antonio Del Monaco, psicologo dell’Esercito, profondo conoscitore delle dinamiche interne ai clan organizzati.
L’iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza, anche se quest’anno sarà dedicata in modo particolare ai giovani e agli studenti, ai quali è rivolto il messaggio che Don Merola lancerà dal palco raccontando dal vivo la sua esperienza di vita. Ad affiancarlo ci sarà il Colonnello dell’Esercito Antonio Del Monaco, specializzato nella lotta ai clan camorristici e autore del libro “Il colore dell’inferno” di cui Don Merola ha curato la prefazione; un’appassionante e drammatica serie di incontri-racconti con persone vittime della violenza della camorra.
Don Merola, nato nel 1967, è assurto agli onori delle cronache quando nel 2004, giovanissimo parroco nel rione Forcella a Napoli, in occasione dei funerali di Annalisa Durante, ragazza quindicenne uccisa da un proiettile vagante durante un attentato nella faida tra clan, lanciò dall’altare durissime accuse alla camorra. Precedentemente si era già attirato le ire dei clan di Forcella per aver smantellato di sua iniziativa le telecamere installate dai camorristi vicino alla sua parrocchia per controllare lo spaccio della droga. Da allora Don Merola, ripetutamente minacciato di morte, vive sotto scorta, proseguendo nella sua attività anticamorra e incontrando costantemente studenti in tutta Italia, ai quali porta il suo coraggioso messaggio di legalità.
Centinaia gli studenti che saranno presenti al Traiano, provenienti da scuole medie e superiori sia cittadine che del comprensorio che hanno raccolto con entusiasmo l’invito degli organizzatori.
 

ULTIME NEWS