Pubblicato il

San Paolo, arriva la nuova risonanza magnetica

CIVITAVECCHIA – Quattro, cinque mesi al massimo, e poi anche il San Paolo di Civitavecchia sarà dotato di una nuova risonanza magnetica total body, «la prima pubblica nella RmF», come ha sottolineato il commissario della Asl Giuseppe Quintavalle. Questa mattina infatti, con la consegna delle nuove camere mortuarie, si è aperto il cantiere per la riqualificazione della Radiologia, «con la quale – ha commentato il sindaco Pietro Tidei –  l’ospedale cittadino si conferma polo dove crescono i punti di eccellenza». Oltre al nuovo macchinario, saranno realizzati dei locali adeguati, grazie anche al contributo della Regione Lazio. Rimane il problema del personale con il primario Tagliaferri impegnato a fare i conti con la carenza di medici ed operatori che non vengono sostituiti. Con le camere mortuarie è praticamente completata la nuova piastra dell’emergenza, garantendo assistenza e conforto. Cambiano le procedure ed i tempi: la salma stazionerà 12/24 ore nella stanza di verifica per poi essere portata nella stanza vera e propria per la veglia dei parenti. A giorni, invece, sarà trasferito nella ex rianimazione il punto raccolta trasfusionale, con il servizio che nell’arco di un anno sarà portato a norma, secondo gli standard europei. Una volta terminati i lavori per la risonanza magnetica, si potrà completare il trasferimento. Si lavora anche sull’adeguamento antincendio, tentando di reperire nuovi finanziamenti. Al momento si può procedere alla realizzazione di una scala e degli impianti di rilevamento.

ULTIME NEWS