Pubblicato il

Al via domani "Un mare di lettere"

CIVITAVECCHIA – Tutto pronto per l’inaugurazione di domani per “Un mare di lettere”, Festival del Libro che si terrà alla Cittadella della Musica dal 18 al 20 ottobre. Alla presenza delle autorità cittadine, degli organizzatori dell’iniziativa e dei molti ospiti, l’avvenimento verrà presentato con un programma ricco di eventi. Tutto comincerà domani alle 16.30 con il taglio del nastro per l’apertura della bibliolibreria, l’esposizione di libri antichi provenienti della Biblioteca storica della ex Scuola di Guerra. La manifestazione letteraria, quest’anno alla sesta edizione, è organizzata dalla rivista Prospektiva, con la collaborazione della casa editrice Prospektiva, della Biblioteca Ce.Si.Va., della Società Storica Civitavecchiese, con il patrocinio del Comune di Civitavecchia. Tra i vari ospiti anche Stefania Limiti, Alberto Lori e Beppino Englaro e inoltre saranno presenti una decina di editori provenienti da Lazio e Toscana. L’invitato d’onore sarà la condotta Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio. L’apertura delle sale sarà condotta con la partecipazione del sindaco Pietro Tidei, dell’editore Andrea Giannasi, del delegato alla Cittadella della Musica Franco Ciambella, Annalisa Tomassini delegata alla cultura, del delegato alla Biblioteca Comunale Mario Michele Pascale, del Tenente Colonnello Simone Franchetti direttore della Biblioteca Ce.Si.Va. e dello storico Enrico Ciancarini. “Un mare di lettere” è stato lanciato in città con un grande bookcrossing liberando centinaia di libri, un modo originale per incentivare i cittadini di tutte le età alla lettura. Da tutta Italia inoltre, arriveranno gli scrittori finalisti del prestigioso Contropremio Carver: quindici autori che si contendono, tra narrativa, poesia e saggistica, la targa del primo posto. Sarà quindi un weekend all’insegna della cultura quello che inonderà la quotidianità civitavecchiese: 800 libri verranno “liberati” in tutti i locali pubblici cittadini, sui treni, sui tram, sulle panchine dei parchi, e ogni volume avrà un’etichetta che riporterà al Festival del Libro di Civitavecchia, così da ricordare che il libro appartiene a tutti i lettori che lo troveranno e che dopo averlo letto dovranno a loro volta lasciarlo nuovamente libero, per permettere ad altri di poterlo leggere.

M.D.A.

ULTIME NEWS