Pubblicato il

Troppi problemi in città, Serpente minaccia di nuovo le dimissioni

L’assessore deluso dal funzionamento della macchina comunale si rivolge al Sindaco. Incontro chiarificatore tra il primo cittadino e alcuni esponenti di Sel

L’assessore deluso dal funzionamento della macchina comunale si rivolge al Sindaco. Incontro chiarificatore tra il primo cittadino e alcuni esponenti di Sel

CIVITAVECCHIA – Scintille ieri mattina tra l’assessore alla Mobilità e al Lavoro Sergio Serpente, il comandante della Polizia locale Leonardo Rotondi. Tutta colpa delle problematiche quotidiane della città che ad oggi secondo l’Assessore al Lavoro faticherebbero a trovare una risoluzione anche per la disorganizzazione e le lungaggini della macchina comunale. E la discussione sarebbe stata talmente animata da portare Serpente a ‘‘minacciare’’ di rassegnare, ancora una volta, le dimissioni nelle mani del partito. Un problema che nel primo pomeriggio è finito anche sul tavolo del sindaco Pietro Tidei che ha ricevuto una delegazione di Sel. Uno solo il problema: il mancato funzionamento degli uffici degli assessorati, in particolare quelli gestiti proprio dai due vendoliani (da una parte il vice sindaco e assessore al Demanio Enrico Luciani e dall’altro proprio Sergio Serpente). E tanto è bastato a far alzare la temperatura, proprio come racconterebbe qualche ‘‘fortunato’’ che in quel momento si è trovato a transitare a palazzo del Pincio, anche se dai protagonisti principali della vicenda si cerca di buttare acqua sul fuoco: «Insieme al Sindaco e al capo di Gabinetto stiamo cercando di capire – ha detto Serpente – come risolvere le problematiche cittadine, come rispondere alle esigenze della città».

ULTIME NEWS