Pubblicato il

Tares, un rincaro del 70% rispetto allo scorso anno

di GIAMPEIRO BALDI

SANTA MARINELLA – Cominciano a delinearsi le cifre che i cittadini dovranno sborsare per coprire il costo della raccolta dei rifiuti che, da quest’anno, sarà interamente a carico della popolazione. Dopo aver sborsato le due rate relative alla Tarsu, i residenti, si vedranno costretti a pagare a fine dicembre una ulteriore tranche in cui è inserito il restante 25% riguardante la Tarsu, la percentuale della Tares che sarà valutata in base al nucleo familiare e ai metri quadri di casa che va dal 10 al 38%, ed infine i 30 centesimi per metro quadro moltiplicato i metri quadrati di casa. Alla fine, chi riceverà la cartella della Tares, dovrà sborsare qualcosa come il 70% in più rispetto allo scorso anno. Conti alla mano queste sono le percentuali da prendere in considerazione, ma ovviamente non si possono dare delle cifre precise perché varia da nucleo familiare a nucleo familiare in quanto, chi ha meno persone in casa paga meno chi ne ha di più pagherà una percentuale più alta. Inoltre chi ha una casa di pochi metri quadrati avrà una Tares minore chi invece ha una casa enorme sborserà di più. «Questo è il concetto espresso dal delegato Minghella e ciò che vuole questa amministrazione e cioè tagliare le gambe alle famiglie numerose e agli anziani che sono soli ma che hanno una casa grande – dice il consigliere Andrea Bianchi – noi invece diciamo che sarebbe stato più logico guardare i redditi delle famiglie e far pagare in base a ciò che guadagnano, perché ad una signora sola che percepisce 450 euro di pensione mensile, non gli si possono chiedere 400 euro di Tares. Oppure ad una famiglia di quattro persone in cui c’è un solo reddito, non è possibile che paghi quanto una famiglia con gli stessi componenti ma a lavorare sono in due o tre. Questa maggioranza non ha capito che non si fanno provvedimenti lineari senza guardare in faccia nessuno». Sul fronte opposto Minghella afferma che loro hanno pensato anche a coloro che non possono pagare. «abbiamo consentito ai cittadini di poter pagare in due rate il 75% della Tarsu – afferma il delegato al bilancio – inoltre gli permettiamo di pagare in tre rate il restante 25% più la rata Tares. Qualora non fosse sufficiente – conclude Minghella – hanno la possibilità di rateizzare l’intero ammontare a maggio quando gli arriverà l’avviso di pagamento».

ULTIME NEWS