Pubblicato il

L'opposizione non si presenta in Consiglio

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Sconcerto ieri al consiglio comunale tenuto in seduta straordinaria, per la mancata presenza dei consiglieri di minoranza, che hanno disertato l’assise pubblica per protesta versa la presidenza del consiglio che non ha inviato agli stessi gruppi consigliari, nei tempi previsti, la documentazione relativa ai punti all’ordine del giorno che dovevano essere trattati. In una nota, le opposizioni, annunciano di aver inviato una nota al Prefetto in quanto ritengono che non siano stati rispettati alcuni articoli del regolamento e pertanto tutti gli atti approvati nella seduta vanno annullati. «La documentazione – dice il leader del centrosinistra Massimiliano Fronti – va presentata tre giorni prima alle minoranze ed inoltre nessuna proposta può essere presentata in consiglio se la documentazione non viene depositata 24 prima alla segreteria Generale. La Rocchi, infatti, il giorno precedente il consiglio è andata nella Segreteria e non ha trovato depositato alcuna documentazione. Inoltre, la convocazione del consiglio del 28, ci è stata notificata il giorno 26 mentre eravamo impegnati nella prima seduta pubblica e cioè due giorni prima della seduta straordinaria di consiglio che, peraltro, non era necessaria in quanto quei punti potevano essere trattati il giorno 26. Abbiamo quindi scritto al Prefetto per far annullare tutti i punti trattati e approvati». Punti relativi all’assestamento di bilancio del 2013, dopo la seduta precedente con il quale era stato dato il via libera al bilancio di previsione 2013. I numeri più significativi del rendiconto finanziario riguardano il settore della pubblica istruzione, con investimenti di circa un milione e 300 mila euro per il supporto alle scuole cittadine, il settore dei servizi sociali con lo stanziamento di un milione e 750 mila euro per il sostegno alle famiglie meno abbienti e il settore delle opere pubbliche con investimenti per oltre 1milione e 700mila euro. «Tutto ciò – ha detto Minghella – nonostante i due milioni e 700 mila euro che dobbiamo versare nella casse dello Stato come fondo di solidarietà». Sull’assenza delle minoranze, in sindaco ha commentato. «Il termine previsto dal regolamento per la convocazione delle sedute urgenti di consiglio comunale è stato ampiamente rispettato in quanto l’avviso per la seduta di questa sera è stato notificato due giorni prima e che al momento della ricezione dell’avviso non hanno avuto nulla da eccepire al riguardo».

ULTIME NEWS