Pubblicato il

«Braccianese Claudia: duemila persone in pericolo»

Il segretario regionale della Cisal-FederEnergia denuncia lo stato d’incuria della strada provinciale «I cittadini di Tolfa e Allumiere sono ogni giorno a rischio incidenti»

Il segretario regionale della Cisal-FederEnergia denuncia lo stato d’incuria della strada provinciale «I cittadini di Tolfa e Allumiere sono ogni giorno a rischio incidenti»

ALLUMIERE – «Purtroppo, ancora una volta le lavoratrici ed i lavoratori e tutti i cittadini di Tolfa ed Allumiere che per lavorare o per qualsiasi altra necessità di salute od altro si devono recare a Civitavecchia, percorrendo la strada provinciale Braccianese Claudia, in questo periodo dell’anno, sono a rischio incidenti». La denuncia arriva da Vincenzo Gari, della segreteria regionale Cisal-FederEnergia. «Secondo noi, infatti, – dice Gari – questa strada non è ancora messa in totale sicurezza, mancando ancora in parecchi punti della segnaletica orizzontale e in qualche tratto dell’asfalto danneggiato. Il pericolo maggiore è specialmente quando scende la nebbia, la mattina presto o la sera quando centinaia di lavoratori, e spesso giovani con poca esperienza alla guida, vanno o tornano dal loro posto di lavoro». «Proprio per questo motivo – rimarca Gari – abbiamo scritto più volte all’ex presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti ed all’ex assessore alla viabilità della Provincia di Roma Marco Vincenzi, senza però risolvere del tutto la questione. Quindi vorremmo ricordare al consigliere regionale, e prima ancora consigliere provinciale, Gino de Paolis che è anche uno dei nostri maggiori rappresentanti istituzionali che parlava poco tempo fa di successo e messa in sicurezza di un tratto della Braccianese Claudia, che oltre al tratto del cimitero di Civitavecchia e del Centro chimico con i suoi 200 dipendenti, molti dei quali proprio dei due paesi collinari, ci sono duemila e passa cittadini che sono lavoratrici e lavoratori di Tolfa ed Allumiere che tutte le mattine si recano al lavoro percorrendo un tratto di strada ancora molto pericolosa, che non è certo l’autostrada o l’Aurelia che il consigliere fa tranquillamente tutte le mattine per recarsi al lavoro in Regione». «Come sindacato – conclude Gari – cercheremo sempre di sollecitare sia la Provincia di Roma sia tutte le istituzioni, cosa che già abbiamo fatto, affinché si risolva al più presto il problema» (a.r.)

ULTIME NEWS