Pubblicato il

Ricercato per spaccio, arrestato

Ricercato per spaccio, arrestato

Tunisino fermato in porto dalla Polizia di Frontiera. Chiuse anche le indagini sul furto di due imbarcazioni avvenuto a Montalto di Castro

CIVITAVECCHIA – Spaccio in concorso di sostanza stupefacente. Questa l’accusa che ha portato in carcere un tunisino, ricercato dalle forze di polizia e finito in manette al porto di Civitavecchia: l’uomo è stato fermato dalla Polizia di frontiera nel corso di uno dei controlli sui traghetti da e per Tunisi.
Dagli accurati  controlli che vengono effettuati sulle liste passeggeri  era risultata infatti la sua presenza a bordo. Al momento dello sbarco, la particolare attenzione degli agenti ha consentito di rintracciarlo e di accompagnarlo nella sede dell’Ufficio per procedere allo svolgimento di ricerche più approfondite sulla sua identità. Dopo aver effettuato un riscontro sulle impronte digitali si è scoperto inoltre che lo straniero in un’altra circostanza aveva fornito un diverso nominativo su cui pendeva un decreto di espulsione, accusato per spaccio di cocaina ed eroina. E’ stato quindi arrestato ed accompagnato al supercarcere di Borgata Aurelia.
Gli uomini coordinati dalla dottoressa Lorenza Ripamonti, inoltre, hanno chiuso le indagini sul furto di due imbarcazioni avvenuto a settembre a Montalto di Castro. Gli agenti le hanno rinvenute in un terreno sulla Braccianese Claudia, adibito a deposito di imbarcazioni gestito da un’associazione culturale il cui presidente, un uomo di 51 anni, è stato denunciato per ricettazione e riciclaggio. Le due barche, del valore di circa 20mila euro, sono state sequestrate in attesa di essere restituite ai legittimi proprietari. Per impedirne il riconoscimento, inoltre, ad una delle due imbarcazioni erano stati abrasi i dati identificativi e sostituiti con altri.
 

ULTIME NEWS