Pubblicato il

Medico in servizio per diciotto ore consecutive

Medico in servizio per diciotto ore consecutive

Il cambio non arriva: tour de force per una dottoressa del pronto soccorso. Sempre più difficile garantire un’adeguata assistenza sanitaria all’ospedale San Paolo

CIVITAVECCHIA – Una nuova assurda situazione all’ospedale San Paolo di Civitavecchia, che ha riguardato il pronto soccorso, una struttura a corto di personale, della quale la Provincia si sta occupando da un po’ di tempo.
Questa volta però, quanto accaduto appare particolarmente grave, perché ha messo seriamente a rischio l’assistenza fornita ai pazienti, oltre alla stabilità del medico impiegato.
La dottoressa in servizio ieri mattina, dalle 8 alle 14, è la stesso che la sera prima aveva iniziato a lavorare alle 20.
Un tour de force determinato dall’impossibilità di un turnover: il medico che avrebbe dovuto prendere servizio alle 8, ha comunicato di non poterlo fare per problemi di salute ed inutili sono stati i tentativi di contattare altri colleghi per chiedere un cambio.
Così, la dottoressa in servizio, si è vista costretta a prolungare la sua prestazione fino alle 14 di ieri: diciotto ore di lavoro, per un’attività che necessita della massima lucidità.
La direzione sanitaria, inerme, ha alzato le braccia, consapevole di un problema che ormai sta assumendo dimensioni colossali. Si spera che un caso così grave possa scuotere le coscienze di chi ha la responsabilità di garantire l’assistenza sanitaria ai civitavecchiesi. Assistenza che allo stato attuale, nonostante gli sforzi del personale del pronto soccorso , appare sempre più scarsa.

ULTIME NEWS