Pubblicato il

Pronto soccorso, l'appello anche di SeL

CIVITAVECCHIA – “E’ indispensabile che il  Pronto Soccorso del San Paolo torni ad un organico minimo di 12 medici oltre il primario di ruolo che  manca da circa 6 anni,  per poter assicurare il Livello Essenziale di Assistenza”. E’ questo l’appello che arriva dal circolo cittadino di SeL, dopo la lettera invita dal parlamentare del Pd Marietta Tidei al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. “Questo – spiegano dal partito – anche per ridurre le ore di attesa che spesso sono necessarie per accedere alla prestazione assistenziale del pronto soccorso. Bisogna quindi  pretendere che l’amministrazione regionale autorizzi la assunzione di medici ed infermieri  per il Pronto Soccorso del San Paolo  e autorizzi  la pubblicazione del concorso per primario di Pronto Soccorso,  nonché di tutti i primari che mancano nei reparti ospedalieri di Bracciano e Civitavecchia; non si può più accettare che nella nostra Asl  oltre il 60% dei primari non sia di ruolo, con la conseguente riduzione dell’efficacia operativa dei servizi dalla stessa erogati  alla popolazione”.
Sinistra Ecologia Libertà, aveva  già in precedenza denunciato l’ anomalia costituita dal fatto che la Asl RmF non sostituisse  i primari che andavano in pensione. “Oggi – hanno aggiunto – è una situazione non più tollerabile e quindi  procrastinabile nella sua soluzione perché,  nonostante l’egregio il lavoro svolto dai sostituti facenti funzione, non si possono più penalizzare cittadini che vengono privati del diritto di avere un primario nella pienezza delle proprie funzioni: non  possiamo quindi accettare che si risparmi sulla salute dei cittadini non espletando i necessari concorsi per primario”.
 

ULTIME NEWS