Pubblicato il

Pensioni d’oro, Marietta Tidei dice no ai tagli

Pensioni d’oro, Marietta Tidei dice no ai tagli

La parlamentare ha votato contro la mozione del Movimento 5 Stelle. Critiche su Facebook, l’onorevole: «Occorre valutare caso per caso»

CIVITAVECCHIA – È tam tam su facebook sulla mozione presentata dal Movimento 5 Stelle alla Camera per ridurre le pensioni d’oro e contestualmente aumentare le pensioni minime, e che ha incassato il “no” di tutta la Camera, eccezion fatta ovviamente per i grillini. Ma a far discutere i civitavecchiesi, sul social network, è il no del Partito democratico e in particolare quello dell’onorevole Marietta Tidei. Nella mozione, i grillini, volevano impegnare il Governo “a valutare l’opportunità di applicare, per un periodo limitato di tre anni, sui redditi da pensione lordi annui, un contributo solidale suppletivo applicando le aliquote differenziate in base alle classi di importo mensile percepito, al fine di riconoscere – si legge nella mozione – un aumento di 518 euro all’anno della pensione minima (ora consistente in 6,440,59 all’anno) di cui, in relazione agli ultimi dati aggiornati Istat 2011, potrebbero beneficiare circa 2.219.482 pensionati”. Marietta Tidei ha detto no, suscitando le ire di diversi civitavecchiesi. La parlamentare replica:  «Il Partito democratico è contro le pensioni d’oro e anche noi. Basti pensare alla nostra proposta di riforma dell’intero sistema pensionistico, ma non si può applicare un taglio tout court delle pensioni, ma occorre effettuare un ricalcolo, valutando caso per caso. Si tratta – ha aggiunto – di una questione complessa».

ULTIME NEWS