Pubblicato il

"Metalmeccanici licenziati, pronti alla lotta"

CIVITAVECCHIA – Venticinque metalmeccanici delle ditte che lavoravano all’interno dell’Enel hanno perso il posto di lavoro e la Cisal-FederEnergia si dice pronta a dare sostegno alla loro lotta. «Abbiamo chiesto immediatamente, alle altre sigle sindacali, la convocazione da parte della dirigenza Enel per capire di risolvere tale vertenza – si legge in una nota di Vincenzo Gari – in un momento di crisi della città e del comprensorio di Civitavecchia, l’Enel deve assolutamente , come sempre abbiamo dichiarato , fare uno sforzo economico per far reintegrare, da parte della stessa ditta, i lavoratori, in qualunque modo possibile». Solidarietà ai lavoratori anche da parte dell’ex sindaco Pietro Tidei e dall’ex assessore al Servizi sociali. I due esponenti del Pd hanno subito esposto la questione in una serie di colloqui sia con il responsabile generazione Enel, ingegner Renon, sia con il responsabile dell’impianto, ing. Molina. Tidei e Leopardo hanno chiesto la possibilità di inserire temporaneamente queste persone nell’organico di altre ditte che operano all’interno del sito, fino a quando non inizieranno gli interventi di manutenzione. Si parla di giugno.

ULTIME NEWS