Pubblicato il

Amministrative 2012, chiesti cinque rinvii a giudizio

Amministrative 2012, chiesti cinque rinvii a giudizio

Campagna diffamatoria contro Tidei e Terme. La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per Moscherini, Sarnela, l'avvocato Di Martino ed i dirigenti Marrani e Collia 

CIVITAVECCHIA – La Procura della Repubblica ha chiesto il rinvio a giudizio per il leader locale di Forza Italia Gianni Moscherini, l’imprenditore Giuseppe Sarnella, l’avvocato Paolo Di Martino ed i due dirigenti del comune di Civitavecchia Sandro Marrani e Pietro Collia. Tutti e cinque sono stati indagati dalla magistratura inquirente perché accusati di aver organizzato una campagna di stampa contro l’ex sindaco Pietro Tidei nel corso dell’ultima campagna elettorale. Campagna pagata da Sarnella in cambio dell’appalto per la realizzazione delle Terme.
Secondo la Procura Moscherini garantì, da sindaco, l’aggiudicazione dell’appalto delle terme alla Sar Hotel di Sarnella. Quest’ultimo invece pagò la campagna di stampa anti Tidei. L’avvocato Di Martino invece fu quello che seguì tutti i passaggi legali per la stesura della gara d’appalto costruendola su misura affinché se l’aggiudicasse la Sar Hotel, mentre Collia la seguì per la parte riguardante il comune. Marrani invece quello che firmò materialmente l’atto durante le festività natalizie sostituendo il dirigente che era in ferie in quel momento.
Il pubblico ministero Lorenzo Del Giudice, che ha coordinato l’intera indagine, dunque, dopo aver ascoltato le persone che hanno chiesto di essere sentite dopo la chiusura dell’indagine, è rimasto convinto della colpevolezza dei cinque indagati ed ha infatti chiesto al gip il rinvio a giudizio per tutti. Ora si attende la fissazione dell’udienza preliminare, all’interno della quale lo stesso giudice dovrà decidere se mandare a processo gli indagati o se chiederne il proscioglimento dalle accuse. 
 

ULTIME NEWS