Pubblicato il

Il faggeto presto diventerà ''Monumento Naturale''

Il consigliere Gino De Paolis (Sel) ha fatto inserire un capitolo nel bilancio della Regione Lazio per finanziare i progetti per il bosco allumierasco, per la pineta della fraasca a Civitavecchia e per il torrente Vesca-Terzolo di Blera

Il consigliere Gino De Paolis (Sel) ha fatto inserire un capitolo nel bilancio della Regione Lazio per finanziare i progetti per il bosco allumierasco, per la pineta della fraasca a Civitavecchia e per il torrente Vesca-Terzolo di Blera

di ROMINA MOSCONI 
 
ALLUMIERE – Buone notizie per gli allumieraschi e per gli amanti del faggeto. Nel bilancio regionale, infatti, è stato inserito un capitolo per finanziare la trasformazione in monumento naturale la faggeta di Allumiere. Nel nostro comprensorio oltre alla faggeta diventeranno monumenti naturali anche la pineta della Frasca di Civitavecchia e il torrente Vesca-Terzolo di Blera. A rendere possibile questo importante passo per valorizzare e difendere il parco faggeto e gli altri siti è stato un emendamento presentato dal capogruppo di Sel, Gino De Paolis e che vedrà stanziare ben duecentomila euro per i progetti. «L’obiettivo è tutelare questi tre siti di notevole importanza naturalistica, paesaggistica ed archeologica e recuperare e rendere fruibili questi luoghi». De Paolis si è detto molto soddisfatto per questo obiettivo centrato: «Abbiamo realizzato l’ambizioso progetto di trasformare questi siti in monumenti naturali. Sono contento per la Faggeta di Allumiere ricadente nella ZPS dei Monti della Tolfa e nel SIC Boschi mesofili dei Monti della Tolfa perché si fa un passo avanti nel recupero del raro patrimonio vegetazionale e faunistico e accrescere l’interesse anche turistico verso questo sito archeologico-minerari e sono contento per la Frasca perché toglieremo da quest’area ogni ipotesi di progetti faraonici e speculativi come il famigerato Terminal Cina». Questa notizia è stata accolta positivamente sia dall’amministrazione comunale di Allumiere che dai singoli cittadini che hanno espresso la loro soddisfazione perché da tempo c’era il sogno nel cassetto di vedere l’amato bosco faggeto diventare un monumento naturale. «Ringraziamo – spiegano dall’amministrazione comunale di Allumiere – il consigliere regionale Gino De Paolis per aver presentato l’emendamento e per essere riuscito a far impegnare la Regione a finanziare il progetto di far diventare il nostro faggeto un monumento naturale». Complimenti per questo importante passo avanti sono arrivati bipartisan sia dalla maggioranza che dalla minoranza. Dai residenti di Allumiere, però, arriva il monito alla giunta Battilocchio «Affinché – scrivono in tanti – in attesa del finanziamento il Comune si attivi per ripulire il bosco faggeto e per curare gli alberi e per rimettere a posto tutta l’area».  
ULTIME NEWS