Pubblicato il

Movida violenta: alcol e risse davanti ai locali

Movida violenta: alcol e risse davanti ai locali

Aggressione violenta al Ghetto, tensione la sera prima in via Monte Grappa. I gestori dei pub chiedono aiuto alle forze dell’ordine. 

Pugni, calci, lanci di bottiglie e – qualcuno dice – anche qualche coltello mostrato con fare minaccioso. È il quadro desolante di una movida turbolenta, che a quanto pare non va via con l’estate, ma che si protrae e di tanto in tanto si ripropone nottetempo nei pressi dei locali cittadini. La gente se ne rende conto, si lamenta e spesso addita proprio i gestori dei pub, che molto spesso, dopo aver adottato ogni tipo di accorgimento, non sanno più a chi rivolgersi per chiedere tranquillità. Ma la movida vive di notte e la notte l’alcol scorre a fiumi, dappertutto, in ogni locale. E soprattutto se abbinato alle droghe, diventa benzina sul fuco per far scoppiare la rissa. Come quella che ha allarmato la Polizia nella notte tra sabato e domenica, quando alcuni giovani si sono fronteggiati al Ghetto, tra urla e lanci di bottiglie di vetro. Botte da orbi sotto gli occhi dei presenti, fino all’arrivo della Polizia, poi il gruppo si è dato alla fuga e un ragazzo malmenato è rimasto atterra. La sera prima è toccato ancora una volta a via Monte Grappa. Alcuni ragazzi su di giri, ai quali per ovvi motivi è stata negata la somministrazione di bevande alcoliche, hanno provato a forzare la porta di ingresso del pub che intanto aveva chiuso. Scaramucce tra i giovani turbolenti e i ragazzi che lavorano all’interno del locale, poi la situazione è tornata alla normalità.

ULTIME NEWS