Pubblicato il

Una struttura per le emergenze legata ai minorenni

Una struttura per le emergenze legata ai minorenni

Santoriello ha dato disposizione di individuarla per facilitare il lavoro delle forze dell’ordine. Dai Servizi sociali solo astruse giustificazioni sulla loro irreperibilità nei giorni festivi   

Una pretesa assurda, tipica di chi non sa cosa rispondere di fronte a una lacuna prodotta. I Servizi sociali replicano sulla questione che li ha visti latitanti la scorsa domenica, quando, su richiesta della Polizia che aveva fermato due rom minorenni in flagranza di reato, intenti a rubare in un’abitazione, non hanno fornito alcun contributo per facilitare l’affidamento degli stessi, ammettendo la loro ‘‘irreperibilità nei giorni festivi’’. Ora rilanciano, spiegando che «il regolamento comunale sulla reperibilità prevede che l’intervento degli assistenti sociali avvenga solo in presenza di un ordine dell’Autorità giudiziaria. Nel caso specifico, all’intervento della Polizia di Stato non è seguito alcuna richiesta da parte del Tribunale dei Minori». I Servizi sociali che pretendono una comunicazione diretta del Tribunale, considerando poca cosa la segnalazione della Polizia che opera proprio a stretto contatto con la magistratura. Giustificazioni assurde, mentre il commissario Ferdinando Santoriello corre ai ripari, riunendo i rappresentanti locali delle forze dell’ordine e parlando – relativamente ai fatti di domenica scorsa – di «un mero errore di comunicazione tra uffici».  Tuttavia dalla riunione sono emerse novità: al fine di prevenire il ripetersi di situazioni simili, il commissario prefettizio ha dato disposizione di individuare una struttura di ricovero idonea nella quale poter collocare minori in situazioni di pronto intervento, qualora, secondo disposizioni della magistratura competente, ciò dovesse ritenersi necessario.

ULTIME NEWS