Pubblicato il

Sei militanti di Fn allontanati dal consiglio

Protesta degli aderenti al Movimento politico contro l’atteggiamento della maggioranza durante l’assise di lunedì. Giuseppe Onorato: «Un atto gravissimo e immotivato»

Protesta degli aderenti al Movimento politico contro l’atteggiamento della maggioranza durante l’assise di lunedì. Giuseppe Onorato: «Un atto gravissimo e immotivato»

CERVETERI – “Forza Nuova ha dato mandato ai propri legali di verificare se durante il consiglio comunale del 27 gennaio siano state rispettate le leggi ed i regolamenti comunali e che non ci sia stato un abuso di potere contro i militanti di Forza Nuova”. Lo dichiara, in una nota, Giuseppe Onorato, Dirigente Nazionale del Movimento. Ciò che è accaduto lunedì sera è un atto gravissimo contro la libertà di espressione – prosegue – Per questo saremo fermi e decisi nel combattere questi comportamenti, che si pongono ai limiti del paradosso e ledono la condotta d’imparzialità che dovrebbe contraddistinguere ogni attore dell’assise comunale. I fatti: sei militanti di Forza Nuova sono entrati nell’aula del Granarone, dove stava per iniziare il consiglio comunale di Cerveteri previsto per le 19,30. Dopo molti borbottii, strizzatine d’occhio e un sommovimento generale di consiglieri comunali, sindaco e presidente del consiglio, la seduta è stata sospesa all’unanimità per 15 minuti. Nel frattempo, è stato invocato l’intervento dei carabinieri dagli amministratori e in seguito ad una breve chiacchierata con le Forze dell’ordine si è riaperta la seduta consiliare. I militanti di Fn erano usciti dall’aula durante la sospensione; una volta rientrati e messi a sedere, lo stesso presidente del consiglio prima chiedeva di far togliere i Kway ai militanti di Fn (solo perché stampato sopra il simbolo del partito), poi richiedeva in pubblico alla Polizia municipale di allontanare definitivamente i sei militanti. Quest’ultimi senza creare problemi, sono stati allontanati. I militanti si sono trovati a parlare con vari Consiglieri comunali e cittadini, a dimostrazione delle loro rette e assolutamente pacifiche intenzioni. Vietare a dei liberi cittadini di assistere ad un Consiglio comunale è un atto grave, minaccioso e pesante. Mai accaduto a Cerveteri, soprattutto perchè in questo caso è stato perpetrato senza giusta causa e senza una valida motivazione. Un evento che mostra quanta poca democrazia regni dalle parti del Granarone. Un evento che rende la pochezza intellettuale di alcuni personaggi ceretani. Forza Nuova sin da oggi inizierà una campagna di boicottaggio verso i responsabili di questo atto vergognoso. E’ giunto il momento che ognuno si faccia carico delle proprie responsabilità. Non ci stupisce che nessuno dei presenti abbia detto qualcosa; né i rappresentanti del Partito democratico, che si vantano tanto di difendere le libertà di tutti gli individui, né dei Consiglieri Comunali presenti, che predicano libertà in ogni dove, ma che non riconoscono un abuso quando sono loro stessi a commetterlo. Chi tace è complice”.

ULTIME NEWS