Pubblicato il

Spese dell'Authority, Petrelli rettifica se stesso

Spese dell'Authority, Petrelli rettifica se stesso

L'esponente di Ripartiamo dai Cittadini dopo un accesso agli atti chiarisce: "Per affidamenti diretti e procedure negoziate non si tratta di 22 milioni, ma di 8. I costi della Due giorni del Mediterraneo non sono gravati sull'ente, essendoci entrate da sponsor privati. Anche altri impegni sono in realtà pluriennali, come i 100.000 euro per il sito, che si riferiscono a 5 anni"

CIVITAVECCHIA – Torna sui propri passi Vittorio Petrelli e, a seguito di una più approfondita analisi dei dati eseguita con un accesso agli atti, rettifica quanto dichiarato in merito alle spese dell’Autorità Portuale. Dai 22 milioni di euro relativi “ad affidamenti diretti o procedure negoziate”, l’esponente di ‘‘Ripartiamo dai cittadini’’ arriva ad 8 milioni: “Ho appurato che l’importo totale degli affidamenti diretti può più correttamente quantificarsi in circa 8 milioni di euro e che alla cifra di 22 milioni si può arrivare considerando altre voci di costo diversamente classificabili, per lo più di natura pluriennale. Nella stessa circostanza ho appurato che – in merito alle spese concernenti l’organizzazione della manifestazione “la due giorni del mediterraneo” ed in particolare ai 33.000 euro di catering, ai 2.700 delle cravatte, all’affitto delle sedie e delle strutture necessarie per un evento simile – queste non sono, di fatto, gravate sull’Ente perché sostenute dagli sponsor della manifestazione. Le somme relative alle sponsorizzazioni risultano contabilizzate nelle entrate ufficiali dell’ente. Ho appurato, infine, che la somma pari a 100.000 euro relativa alle spese per l’aggiornamento del sito è un impegno relativo a 5 anni. Quanto sopra per amore della verità, considerato anche il fatto che la riconosciuta correttezza del mio impegno civile e politico e la mia fede religiosa mal si conciliano con atteggiamenti superficiali o fuorvianti, soprattutto quando un’informazione poco corretta può provocare ritorni negativi o calunniosi nei confronti di chicchessia. L’occasione è favorevole per ribadire come la trasparenza e lo spirito di servizio si qualifichino come elementi di basilari di qualsivoglia prassi politica o amministrativa”.

ULTIME NEWS