Pubblicato il

"Un percorso di lacrime e sangue"

"Un percorso di lacrime e sangue"

Il direttore amministrativo Antonio Battista descrive il delicato momento della società impegnata a reperire l'importante finanziamento

CIVITAVECCHIA – Sono ore febbrili, fatti di incontri, riunioni, vertici importanti per la Privilege Yard. Da una parte la società, che sta tentando il tutto e per tutto per proseguire il lavoro e riprendere al più presto l’attività all’interno del cantiere, dall’altra i lavoratori e le imprese interessate nelle lavorazioni che chiedono stipendi e pagamenti arretrati. Un equilibrio precario, che rischia di spezzarsi se non si raggiunge, a breve, un risultato positivo. «Un percorso di lacrime e sangue quello che stiamo percorrendo – ha spiegato il direttore amministrativo di Privilege Yard Antonio Battista – ma l’unico che conosciamo e che possiamo seguire: noi non conosciamo altre scorciatoie». Il dirigente della società finora non è voluta entrare nel merito della vicenda, proprio per la delicatezza della situazione. «Stiamo lavorando molto in questi giorni – ha aggiunto – stiamo portando avanti le pratiche del finanziamento che ci permette di dare linfa vitale al cantiere: il percorso sta andando bene, ma richiede del tempo». D’altronde è coinvolto un pool di cinque banche, con un’altra interessata: tanti attori, ognuno con le proprie necessità. «Siamo in dirittura d’arrivo» è convinto Battista che però, a questo punto, altre garanzie, specie sui tempi, non può darle. Anche se la situazione sembra andare verso una schiarita.

ULTIME NEWS