Pubblicato il

Pd: "La città deve essere ricarcita"

CIVITAVECCHIA – «Se c’è un porto “dei miracoli” che vive di vita propria sui traffici per lo più passeggeri è giusto per prima cosa che la città sia anzitutto risarcita delle risorse che il porto sfrutta: servizi vari, costa, infrastrutture, risorse, danni ambientali. E se c’è un’opportunità legata al traffico delle crociere, questa viene un secondo dopo, ed è logico che vada sfruttata». Ne è convinto il direttivo del Pd, che risponde all’intervento di Daniele Perello, in merito ai manifesti affissi da Pietro Tidei inerenti la tassa dei crocieristi. «L’ex consigliere fa finta di non sapere – hanno aggiunto – che la convenzione in 32 punti proposta dal sindaco Tidei all’Autorità Portuale, prevede la restituzione alla città dell’imposta, di rilevante entità, che proprio l’Authority già incassa e trattiene». E il Pd fa riferimento al costo dell’acqua, all’inquinamento, ai pericoli sanitari che derivano proprio dal porto, ricordando gli impegni dell’ex Sindaco per la «Civitavecchia-Orte low cost, il recupero delle aree Italcementi e Fiumaretta, il salvataggio dell’Interporto, la valorizzazione – hanno sottolineato – delle risorse storiche e delle opportunità commerciali, l’istituzione di un treno crocieristi dopo la protesta dei sindaci del territorio contro le Fs».

ULTIME NEWS