Pubblicato il

Sarnella: "Turismo, non attendiamo il 2015 per intervenire"

CIVITAVECCHIA – Invita a riflettere sul calo fisiologico del traffico crocieristico previsto per questo 2014 e confermato, da Miami, dal presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti il presidente di Confimprese Turismo Lazio Giuseppe Sarnella. E focalizza l’attenzione sull’Alto Lazio, spronando gli attori interessati ad intervenire. «Le previsioni su una ripresa nel 2015 – ha infatti spiegato – non devono essere l’alibi per rimanere nelle condizioni attuali o cullarsi su allori che non ci sono; oggi l’alto Lazio offre poco in termini di accoglienza, di attrattiva e più in generale di occasioni che stimolino il turista, oggi solo di transito, a soggiornare in queste terre dall’altissimo potenziale turistico che purtroppo è espresso solo in minima parte. Inoltre oggi ad accogliere i crocieristi che sbarcano a Civitavecchia c’è una città che la stampa locale ci racconta stanca, sofferente, dove sono gli zingari ad accogliere chi sbarca». Motivo per i quali Sarnella si rivolge anche al futuro sindaco. «Si cambi registro, dando nuovi impulsi alla città facendola uscire dalla crisi con le proprie risorse – ha spiegato – o si porterà la città stessa nel baratro».

ULTIME NEWS