Pubblicato il

Crociere, Civitavecchia ancora in testa

Crociere, Civitavecchia ancora in testa

Nonostante la crisi il porto rimane numero uno in Italia per movimentazione di passeggeri

CIVITAVECCHIA – Pur con una forte flessione rispetto al 2013, già anticipata dal presidente di Assoporti e dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti, Civitavecchia si conferma nuovamente primo porto italiano per il mercato delle crociere nel 2014, con oltre 2.120.000 passeggeri movimentati, che secondo le stime degli operatori saliranno a 2,3 milioni con l’aggiunta dei non prenotati, seguito da Venezia (1.790.000), Savona (1.050.000), Napoli (930.000), Genova (820.000), Livorno (590.000) e Bari (520.000). È quanto emerge dall’analisi della Cemar Agency Network di Genova di Sergio Senesi, presentata proprio al Seatrade Cruise Shipping a Miami, la principale manifestazione mondiale dedicata agli operatori delle crociere. Nel 2014 solo tre porti, Civitavecchia appunto, insieme a Venezia e Savona, supereranno il milione di passeggeri contro i 5 del 2013, mentre altri quattro si assesteranno tra i 500.000 e il 1.000.000 (Napoli, Genova, Livorno e Bari). Sono sei i porti che si assestano tra i 100.000 e i 500.000 passeggeri (La Spezia, Palermo, Messina, Salerno, Olbia e Trapani), tre tra i 50.000 e i 100.000 passeggeri (Catania, Sorrento e Cagliari) e quattordici tra i 10.000 e i 50.000. Chiudono la classifica i quaranta porti minori italiani, che non raggiungono i 10.000 passeggeri movimentati. «Abbiamo però piena consapevolezza – ha spiegato nei giorni scorsi Monti – che il 2015 sarà un nuovo anno record con una crescita preventivata di oltre il 20%, potendo raggiungere la quota record di 2.700.000 passeggeri». Il presidente Monti ha poi sottolineato come, nonostante la crisi nel Mediterraneo, Civitavecchia rimanga un porto di punta, tanto da diventare home-port, nel 2015, per l’ammiraglia di Royal Caribbean ‘‘Allure of the Seas’’.

ULTIME NEWS