Pubblicato il

Smerciava banconote false: arrestato

Smerciava banconote false: arrestato

MONTALTO. Livornese di 60 anni fermato ieri dai Carabinieri. A lanciare l’sos è stato un tabaccaio di Pescia Romana

MONTALTO – Ancora una volta un falsario di banconote è finito nella rete dei Carabinieri. Stavolta l’uomo, un 60enne di Livorno, è stato segnalato da un tabaccaio di Pescia Romana, dove il falsario si era recato ieri mattina riuscendo a farsi cambiare  20 euro finte con l’acquisto di un pacchetto di gomme. Banconote da venti euro, rigorosamente false, e di cui l’uomo era in possesso in gran quantità. Tutte dello stesso taglio e tutte riportanti, rigorosamente, lo stesso numero di matricola. Proprio l’sos lanciato dal commerciante di Pescia ha fatto scattare la caccia all’uomo da parte dei Carabinieri di Montalto e Tuscania che si sono messi subito sulle tracce. Il sessantenne, dopo aver rifilato le banconote false è fuggito a bordo a di una Fiat Punto. Pensando di averla fatta franca, il livornese  è andato nella vicina Montalto di Castro ed ha cominciato a fare altrettanto, rifilando a decine di commercianti banconote da venti euro false. Ma i Carabinieri nel giro di poco ore sono riusciti a rintracciarlo nel viale centrale della cittadina e ad ammanettarlo con l’accusa di spendita di monete false. I militari dell’arma gli hanno trovato  200 banconote false, tutte da 20 euro riportanti lo stesso numero seriale, e ben 4mila euro in contante ritenuto il provento della truffa ai danni dei commercianti. Episodio analogo si è verificato la scorsa settimana ai danni di negozi del comprensorio tra i quali Cerveteri e Civitavecchia. In quel caso il malvivente, un piemontese con precedenti specifici, smerciava banconote da duecento euro, anch’esse tutte con lo stesso numero seriale. La prontezza di un commerciante di Ischia di Castro ha permesso di fermare il falsario, arrestato dai Carabinieri e condannato a 10 mesi di reclusione e 200 euro di multa. (a.r.)

ULTIME NEWS