Pubblicato il

Uccise la moglie con un colpo di pistola: condannato a 16 anni

Uccise la moglie con un colpo di pistola: condannato a 16 anni

LADISPOLI. Lo ha deciso la I Corte d’Assise d’Appello di Roma che ha confermato la sentenza di primo grado emessa dal gup di Civitavecchia Tomaselli. Ivo Paliani aveva raccontato di essere esasperato per via della frequentazione della donna di una comunità religiosa

LADISPOLI – È stata confermata in appello la condanna a 16 anni di reclusione per Ivo Paliani, 74enne ex carabiniere ed usciere del Senato in pensione, processato per aver ucciso, nel marzo 2012, la moglie con un colpo di pistola alla testa. La decisione è della I Corte d’Assise d’Appello di Roma, presieduta da Mario Lucio D’Andria con il giudice Giancarlo De Cataldo, che ha confermato la sentenza emessa in primo grado dal gup di Civitavecchia Maria Paola Tomaselli nel febbraio dello scorso anno. Era il 23 marzo 2012, quando i carabinieri ricevettero una telefonata dal figlio di Paliani, cui il padre telefonicamente aveva avvertito di aver sparato alla moglie Anna Maria nella loro abitazione di Ladispoli, dopo una violenta lite e che aveva intenzione di suicidarsi. Ivo Paliani si costituì poco dopo; aveva con sé anche due lettere in cui confessava il delitto. Secondo quanto si apprese, riferì che intorno alle 5 di mattina, mentre erano a letto, aveva litigato con la moglie. La donna, infatti, lo aveva svegliato prospettandogli per l’ennesima volta la necessità di vendere la loro abitazione per acquistare una casa a Roma e voleva che fosse più agevole la sua frequentazione alla comunità religiosa di carismatici cui aveva aderito. Paliani, esasperato, prese la pistola che custodiva nel cassetto del comodino e sparò. Nel corso della sua confessione l’uomo spiegò come gli attriti con la moglie erano dovuti proprio all’assiduità ossessiva con la quale la donna frequentava quella comunità religiosa e alle insistenti richieste di vendere la casa: cose che avevano inciso profondamente sull’andamento del loro rapporto coniugale. In primo grado Paliani fu condannato a 16 anni di reclusione. Condanna adesso confermata in appello. (a.r.)

ULTIME NEWS