Pubblicato il

Via delle Colonie: verso il superamento degli ostacoli

SANTA MARINELLA. Il sindaco Roberto Bacheca auspica la rapida ripresa dei lavori. Ma il Comitato: «Sono tre anni che attendiamo il completamento di quest’opera»

SANTA MARINELLA. Il sindaco Roberto Bacheca auspica la rapida ripresa dei lavori. Ma il Comitato: «Sono tre anni che attendiamo il completamento di quest’opera»

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Il Comitato cittadino di via delle Colonie torna a farsi sentire perché, da tre anni, la strada continua ad essere un cantiere aperto. Dopo il fallimento della ditta che aveva vinto l’appalto per l’ampliamento dell’arteria e la cessione del ramo d’azienda della seconda impresa, la scorsa settimana è stato firmato il nuovo contratto d’appalto e quindi, presumibilmente domani, dovrebbero riprendere i lavori. «Speriamo che non si verifichino altri ostacoli tecnici e burocratici sulla strada per l’ampliamento di via delle Colonie – dice il sindaco Roberto Bacheca – dopo che sono stati risolti i problemi relativi ai sotto servizi e al ritrovamento della villa romana nei pressi del Cantinone». In occasione dell’inizio delle elezioni il sindaco aveva fatto togliere le transenne nel tratto di strada che costeggia la Scuola Media Carducci per consentire ai genitori e agli studenti di poter accedere al plesso scolastico senza problemi. Al Comitato, a cui hanno aderito un centinaio di abitanti della zona, la questione non piace per nulla. «Da quasi tre anni via Delle Colonie, importante parallela alla statale Aurelia, è bloccata da importanti lavori di miglioramento della viabilità atti a rendere la strada stessa a doppio senso – affermano i promotori del Comitato – progetto questo inserito nelle grandi opere dell’amministrazione e purtroppo non ancora portato a termine a causa prima del fallimento della ditta appaltatrice e successivamente alle difficoltà della seconda azienda in graduatoria nella ripresa dei lavori dovuta al modificarsi delle condizioni necessarie per la continuazione. L’investimento economico fatto nel lontano febbraio del 2012, è ragguardevole, soldi in parte stanziati dalla Regione e in parte presi dal fondo di bilancio che avrebbero dovuto permettere la realizzazione senza intoppi della nuova viabilità, oltremodo urgente e necessaria, in quanto i lavori sono ancora fermi proprio davanti alle Scuole Medie, le quali necessitano di una strada adeguata e sicura per i ragazzi che quotidianamente la attraversano. Nonostante le numerose sollecitazioni all’amministrazione, ancora oggi non vediamo la conclusione dei lavori almeno nel tratto che va dalla scuola al Cantinone». «Questo ci consentirebbe – concludono gli abitanti – di ritornare a vivere normalmente ma purtroppo si  continua a chiudere una parte della strada senza peraltro completare le parti precedenti».

ULTIME NEWS