Pubblicato il

Guerrini: "Sarò il sindaco dell'acqua pubblica"

CIVITAVECCHIA – «Lunedi il Presidente Zingaretti, e la Regione Lazio all’unanimità, hanno fissato un punto importantissimo, la legge sul riordino del sistema idrico sancisce definitivamente il principio, già affermato con forza da tutti i cittadini tramite referendum, secondo cui l’acqua è un bene comune e un diritto universale. Sarà deluso chi in questi anni ha mal-celatamente tentato di privare i cittadini di un diritto inalienabile perché forte magari di accordi già presi in tavoli non istituzionali o perché pensavano di far quadrare bilanci irresponsabili svendendo ciò che non appartiene a un solo cittadino, seppur il primo, ma a tutti». Lo dichiara il candidato sindaco Mauro Guerrini, rammaricato tuttavia per la mancata approvazione dell’emendamento presentato dai grillini. «Voglio impegnarmi con i cittadini di Civitavecchia – aggiunge –  quando sarò sindaco mi farò da garante integerrimo affinché l’acqua resti pubblica». Sulla questione interviene anche il Partito democratico, che  accoglie con favore l’approvazione all’unanimità della Legge Regionale che pone alcuni significativi punti fermi rispetto alla gestione dell’idrico. «Questo aspetto del provvedimento – si legge nella nota –  permetterà una ottimizzazione delle risorse che ogni singolo comune dovrà destinare ad un servizio essenziale per la vita dei cittadini, com’è quello idrico». 

ULTIME NEWS