Pubblicato il

Studenti carenti sul funzionamento dell'Ue

CIVITAVECCHIA – Educazione civica e attualità dell’Unione Europea, storia e geografia dell’Unione Europea. Questi i temi dove sono state registrate le lacune maggiori nel corso delle semifinali nazionali delle ‘‘Olimpiadi della Cultura e del Talento – Premio Oriana Pagliarini’’, che si sono svolte l’11 marzo scorso al teatro Traiano, con il contributo della Fondazione Ca.Ri.Civ., i patrocini di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Miur, Governo di Malta e Comuni di Civitavecchia e Tolfa. Le semifinali hanno coinvolto i migliori 1200 alunni delle eliminatorie sugli 8034 iscritti. I partecipanti hanno svolto prove di educazione civica e attualità dell’unione europea, storia e geografia dell’unione europea, lingua e letteratura italiana, lingua inglese, logica e informatica e una prova di riconoscimento musicale. Solo 3 squadre hanno ottenuto punteggi medio alti in Educazione civica e attualità dell’Unione Europea e 9 in storia e geografia dell’Unione Europea: in 110 sul primo tema e 59 sul secondo hanno ottenuto punteggi negativi pari o inferiori di molto a zero. «Questo denota – spiegano gli organizzatori – che la maggioranza degli studenti italiani hanno una conoscenza del tutto insufficiente o, in molti casi nulla o distorta, del funzionamento dell’Unione Europea». La prova con la media punteggio più alta è stata Logica ed Informatica. Solo 160° (su 200) la squadra dello Scientifico Galilei di Civitavecchia. I sei portabandiera locali erano gli unici superstiti dopo che alle eliminatorie erano state eliminate tutte le squadre civitavecchiesi. Ma questo risultato non gli è bastato per passare il turno. Le migliori 30 squadre, più un ripescaggio spettante all’Istituto che aveva qualificato più squadre, si sono guadagnate l’accesso alle finali nazionali che si svolgeranno dal 13 al 15 aprile a Tolfa. È la Lombardia la regione con il maggior numero di squadre qualificate, ben sei.

ULTIME NEWS