Pubblicato il

"1° maggio: prima di tutto il lavoro"

CIVITAVECCHIA – “Il primo Maggio è una giornata simbolica. E’ il giorno dell’anno nel quale si ricorda il valore del lavoro. Si ricorda che la nostra civiltà e la nostra democrazia poggiano le loro basi sul lavoro. Nel nostro Paese abbiamo posto il lavoro, nella carta costituzionale, quale elemento fondante ed essenziale. Questo sul piano dei principi”. Lo ricorda il partito democratico. “Su un piano più concreto – aggiungono dal partito – la crisi economica degli ultimi anni ha avuto effetti sul mondo del lavoro, anche nella nostra città, tali da non lasciare alcuno spazio a retoriche di maniera o atteggiamenti puramente celebrativi. La realtà ci consegna una immagine di società nella quale non solo permangono ma, negli anni della crisi, si aggravano le disuguaglianze e le iniquità. La forbice tra coloro che dispongono di maggiori risorse e coloro che sono spinti ai margini si è allargata. Attraversiamo una fase nella quale il tasso di disoccupazione tra i giovani ha superato la soglia di allarme; le ore di cassa integrazione e mobilità segnalano, più di ogni altro indicatore, lo stato di sofferenza del nostro sistema produttivo; la precarietà sembra divenuta una condizione di normalità; persino l’avere una occupazione non è sicura garanzia di aver allontanato lo spettro della povertà; la marginalità e l’esclusione è un dato che riguarda milioni di persone.
Il Partito Democratico di Civitavecchia ritiene che il 1° Maggio debba essere una occasione per riflettere. Pensiamo che sia, per la nostra città, essenziale che il problema dello sviluppo e della occupazione sia centrale nei programmi della prossima Amministrazione. Questo è l’impegno che assumiamo. Quale che sarà la nostra collocazione noi ci batteremo affinchè la nostra città esca finalmente da una condizione di sostanziale sottosviluppo; che vengano colte le grandi opportunità e potenzialità che si possiedono; che vengano offerte a ciascuno pari opportunità; che venga premiato il merito e la voglia di mettersi in gioco; che si affermino legalità e rispetto delle regole; che la città si riappropri di tutte le risorse che gli appartengono.
Saremo, come sempre, insieme ai lavoratori per sostenere i livelli occupazionali in tutte le realtà in crisi e ci sentiamo impegnati a condividere tutte quelle iniziative tese a creare nuovi posti di lavoro. Per noi questo è il significato del 1° Maggio.
Uno sguardo al passato del movimento operaio; alle sue lotte ed alle sue sofferenze; alle sue vittorie così come alle sue sconfitte. Uno sguardo pieno di riconoscenza per ciò che si è fatto ed ansioso di raccogliere il frutto di quelle esperienze per continuare il cammino verso una società più giusta; nella quale i valori legati al lavoro abbiano lo spazio che meritano”.
 

ULTIME NEWS