Pubblicato il

Un servizio di pronto intervento tra Tolfa e Allumiere

La proposta arriva dalla segreteria regionale Cisal. Vincenzo Gari: «Il territorio conta 11mila persone»

La proposta arriva dalla segreteria regionale Cisal. Vincenzo Gari: «Il territorio conta 11mila persone»

TOLFA – Dalla segreteria regionale Cisal arriva la proposta di creare in collina un servizio di pronto intervento sanitario o di piccolo pronto soccorso in una sede fissa o con un’ambulanza attrezzata locale con infermieri specializzati a bordo e che operi sul territorio di Tolfa ed Allumiere. «Questo territorio – spiega il segretario Cisal regionale, Vincenzo Gari – ormai registra più di 11 mila persone durante la stagione invernale, nella stagione estiva con i vari programmi culturali dei due paesi si può arrivare alla presenza anche di 20 mila persone in un solo giorno. Considerato che oggi si parla di abbassare i tempi di intervento per salvare una vita umana è necessario cercare di attivare questo presidio sanitario. Ciò porterebbe benefici non solo per la salute dei cittadini ma anche perché creerebbe posti di lavoro. Per arrivare a questo il primo passo è unire le due realtà dei Sottocomitati della Cri esistenti nei due paesi; poi occorre trovare le risorse economiche che potrebbero arrivare dalla Comon, dai due Comuni, dalle due Università Agrarie, dal GAL della Tuscia, cercando accordi con le società o aziende che stanno sul territorio tipo Enel, banche e Acea e infine dai cittadini in piccola parte come del resto già fanno volontariamente, una volta partito il servizio si può attivare anche una convenzione col 118 per altre prestazioni. S.Marinella ha già questo servizio da anni con l’associazione  Misericordia quindi si può fare anche da noi. Chiediamo a tutti i responsabili degli Enti che abbiamo nominato di attivarsi». (Rom. Mos.) 

ULTIME NEWS