Pubblicato il

Artemesia al fianco delle vittimi di stalking

di ROMANA ANGELONI

CIVITAVECCHIA – Nel nostro Paese esiste un elenco di città, passate agli onori delle cronache locali per aver ospitato episodi di violenza di ogni tipo: bullismo, stalking, mobbing spesso omicidi. Specie sulle donne. Anche Civitavecchia è in quell’elenco. Ed è per questo che l’associazione Artemisia Onlus, da anni già operativa a Roma ed Ostia in varie sedi, ha deciso di ovviare alla mancanza in città di centri specializzati nell’assistenza alle vittime di questi episodi. Perché «a Civitavecchia» mi spiega una volontaria dell’associazione «non esiste nemmeno uno sportello di ascolto per queste persone». L’idea è quella della raccolta firme «per cominciare a sensibilizzare la comunità sulla reale esigenza di spazi dedicati e vicini a chiunque subisca e soffra da tempo violenze sul lavoro, in casa o addirittura per le strade». Artemisia Onlus sarà quindi presente nella giornata di domani in largo Arditi del Popolo con le sue volontarie pronte ad accogliere le firme di chi sceglierà di supportare gratuitamente la creazione in città di un centro diagnostico-assistenziale, completamente gratuito. Artemisia è infatti un’associazione che svolge la sua attività senza gravare sulle finanze pubbliche, interamente autofinanziata dai centri diagnostici Artemisialab.

ULTIME NEWS