Pubblicato il

Candidati all'attacco sugli esuberi di Tvs

CIVITAVECCHIA – I 191 esuberi di Tirreno Power non fanno dormire sonni tranquilli alla politica locale. Sulla questione è intervenuto il candidato sindaco del centrosinistra Mauro Guerrini, che per quanto riguarda il solo impianto di Civitavecchia, si parlerebbe di una riduzione di 40 o 50 dipendenti: «Non possiamo accettare una decisione di questo tipo  – ha spiegato –  per il fatto che nella convenzione sottoscritta con l’Enel, in occasione della riconversione a carbone della centrale, era stato scritto espressamente, che eventuali esuberi di Tirreno Power, sarebbero stati ricollocati proprio in Enel». Sulla stessa linea Vanda Schiavi che rappresenta l’estrema sinistra: « sarebbe inaccettabile occupare un numero esiguo di risorse ed in modo improduttivo su di un’area retro-portuale di 30 ettari – ha evidenziato – in attesa di “tempi migliori per il mercato”. È necessario che la compagnia elettrica fornisca indicazioni chiare sulle proprie future intenzioni, e se intenda far prevalere l’aspetto produttivo sull’inutile quanto dannoso liberismo finanziario, peggiore elemento scatenante di questa crisi mondiale». Il candidato sindaco Vittorio Petrelli, invece, ha scritto direttamente una lettera ai lavoratori di Tirreno Power, ribadendo l’obbligo di ricollocamento del personale presso la centrale Enel di Tvn e  impegnandosi, in caso di vittoria a pretendere che l’azienda investa in progetti di qualità che attutiscano l’impatto ambientale».

ULTIME NEWS