Pubblicato il

«Porto, sappiamo bene come ci dobbiamo muovere»

SANTA MARINELLA. Il sindaco Roberto Bacheca bacchetta i due consiglieri di minoranza Andrea Bianchi e Paola Rocchi. I termini scadono il 14 luglio. «Stiamo seguendo l’iter burocratico: la prossima settimana sarà perfezionata la delibera»

SANTA MARINELLA. Il sindaco Roberto Bacheca bacchetta i due consiglieri di minoranza Andrea Bianchi e Paola Rocchi. I termini scadono il 14 luglio. «Stiamo seguendo l’iter burocratico: la prossima settimana sarà perfezionata la delibera»

di GIAMPIERO BALDI

S. MARINELLA – Il sindaco Roberto Bacheca bacchetta i due consiglieri di minoranza Andrea Bianchi e Paola Rocchi che ieri erano intervenuti in merito alla questione relativa al porto turistico, accusando la maggioranza di non dare particolare interesse alle decisioni del Consiglio di Stato che, in una sentenza, invitava l’amministrazione comunale di Santa Marinella di rilasciare entro sei mesi le dovute autorizzazioni per consentire alla società che ha in gestione il marina, la Porto Romano, di effettuare l’ampliamento dei posti barca. I due, in una mozione presentata nei giorni scorsi, chiedevano la convocazione della commissione porto per avere conferma che entro il mese di giugno si sarebbe concluso l’iter per il rilascio delle pratiche richieste dal Consiglio di Stato.
«Sinceramente non riesco a capire questo atteggiamento da parte dei due consiglieri di minoranza – afferma Bacheca – perché noi sappiamo bene come ci dobbiamo muovere. Non è vero che i termini scadono il 30 giugno bensì il 14 luglio perché la sentenza l’abbiamo ricevuta il 14 gennaio e non il 30 dicembre del 2013. Con gli uffici stiamo seguendo l’iter burocratico previsto ed infatti la prossima settimana verrà perfezionata la delibera da parte dell’ufficio urbanistica che espleterà quale è il progetto da portare in consiglio comunale che segue le linee guida di quello del 2009». Il sindaco comunque sembra molto scettico sulla risposta della Porto Romano in quanto «tempo fa abbiamo chiesto alla società gestrice di fornirci la documentazione relativa agli accessi al porto, il rispetto della messa in sicurezza delle strutture, in pratica tutte quelle disposizioni previste nell’accordo del 2009 che la porto Romano inizialmente ha sottoscritto e che poco tempo dopo ha ricusato ricorrendo al Tar – continua il sindaco – il Consiglio di Stato comunque ha  riconfermato che il Comune deve procedere nella concessione dei permessi per l’ampliamento del porto e che sono strettamente subordinati all’adozione di una variante urbanistica legata alla viabilità. Noi questa variante la stiamo preparando e la porteremo nella seduta pubblica in programma a metà giugno. Mi sorprende la superficialità delle minoranze visto che noi abbiamo previsto tutto e che vogliamo fare le cose per bene. Stiano tranquilli Bianchi e Rocchi perché entro i termini previsti porteremo a termine questa vicenda».

ULTIME NEWS