Pubblicato il

Premiati i vincitori del Premio Tarquinia Cardarelli

La cerimonia si è svolta ieri sera nella chiesa di Santa Maria in Castello

La cerimonia si è svolta ieri sera nella chiesa di Santa Maria in Castello

TARQUINIA – Si è svolta ieri presso la chiesa di Santa Maria in Castello, la premiazione della XII edizione del Premio Tarquinia Cardarelli, condotta dal giornalista e conduttore televisivo della RAI Franco Di Mare. I vincitori sono stati Enzo Golino per la critica italiana, Fausta Garavini, per la storia della letteratura e della filologia, Raffaele Palumbo Mosca per l’opera prima di critica, Milo De Angelis per la poesia, e la casa editrice Quodlibet per l’editoria di qualità. Per la migliore recensione sul libro La Danza del Mondo, di Maria Pia Ammirati, i riconoscimenti sono andati agli studenti degli istituti “Vincenzo Cardarelli” e “Carlo Alberto Dalla Chiesa” Fabio Ciurluini, Lisa Capotosti, Susanna Ricci, Doriana Benedetti, Valentina Petrucci, Giulia Billi, Dalila Di Lazzari, Serena Scarfagna, Michaela Capretto e Cecilia Saccarelli, accompagnati dai docenti Maria Rita Giorgolo e Ugo Stincarelli. Anche il Premio Tarquinia Cardarelli, il solo in Italia ad unire le varie facce della critica letteraria, ha visto un ridimensionamento per i tagli apportati dal governo ai comuni, al fine di contrastare la crisi economica, con l’eliminazione della sezione della critica letteraria internazionale. Rammaricato, nel suo intervento, il sindaco di Mauro Mazzola: «Non dobbiamo arrenderci. Investire sui beni e le attività culturali, sulla bellezza e sul ricco patrimonio storico e artistico dell’Italia, significa rilanciare l’Italia e creare nuova occupazione. La cultura è anche economia». Il primo cittadino ha poi aggiunto che «con il consigliere comunale Angelo Centini, contiamo, nelle edizioni future, di lavorare ancora di più a stretto contatto con le scuole perché si possa avvicinare un numero crescente di ragazzi all’affascinante mondo della lettura, della letteratura e della critica”, sottolineando l’importanza di dare spazio ai giovani nel campo della letteratura come pure della musica, con riferimento al Concorso Musicale Nazionale Città di Tarquinia e alla band Dear Jack. Per il consigliere Centini, che ha seguito con attenzione l’intero svolgimento del Premio Tarquinia Cardarelli, «è andato tutto nel migliore dei modi, con la presenza di un pubblico numeroso, nonostante si stessero svolgendo in contemporanea il Game Fair e la festa in piazza per i Dear Jack».

ULTIME NEWS