Pubblicato il

Ncd, Galizia e Tamalio: "Non voteremo Tidei"

CIVITAVECCHIA – “Votare per rottamare Tidei”. È l’invito di Simona Galizia e Mattia Tamalio del Nuovo centrodestra, in vista del ballottaggio di domenica, sempre comunque fiduciosi dell’esito del ricorso al Tar. “La sfida è tra due schieramenti che chiaramente non apprezziamo – hanno spiegato i due candidati al consiglio comunale – da una parte abbiamo Grillo, con le sue grida e le sue proteste inconcludenti che cavalca l’onda della disperazione, dall’altra il Pd che ovviamente è in antitesi con i nostri ideali politici. In città lo scontro è tra Cozzolino, un ingegnere molto giovane che si affaccia per la prima volta nel panorama politico e Pietro Tidei ormai famosissimo per i suoi 44 anni di carriera politica”. I due, ringraziando i rispettivi elettori, hanno poi analizzato la situazione politica locale. “La politica in questo momento vive una crisi profonda. Lo abbiamo detto e ridetto più volte – hanno spiegato – ma se si guarda da vicino il risultato elettorale e lo si analizza si può vedere in fondo al tunnel una luce. La luce della speranza: la costruzione di un nuovo centrodestra che dovrà essere pronto a governare la città nei prossimi anni. Purtroppo, mentre noi cerchiamo di analizzare il dato, e fare mea culpa di cosa non è andato, in città si scatena la campagna acquisti a testimonianza che la politica cittadina vive il peggior momento culturale della sua storia. Promesse di incarichi, riunioni clandestine e accordi sottobanco che rasentano il ridicolo non fanno certo bene a nessuno, tantomeno agli elettori.
Proprio in questo scenario politico deludente, noi, forse i più giovani di tutte le coalizioni vogliamo esser seri,corretti e coerenti con chi ci ha sostenuto e premiato in questa tornata elettorale. Ovviamente il centro destra aveva un’unica possibilità di vittoria, ovvero quella di unirsi, non certo dividersi, ma come funziona ormai ovunque i personalismi e le “non buone maniere” prevalgono sulle reali richieste di esigenze del popolo di centrodestra.
Abbiamo sostenuto Massimiliano Grasso perché era l’unica persona in grado di poter dare una svolta alla città di Civitavecchia e i cittadini ce lo hanno confermato preferendolo all’altro candidato di FI. Questo lo avrebbe decretato anche una consultazione popolare come le primarie che purtroppo non ha preso forma. Il risultato ottenuto parla chiaro: i cittadini vogliono il rinnovamento”.
 

ULTIME NEWS