Pubblicato il

Il porto apre alla zona franca

Il porto apre alla zona franca

Siglato questa mattina un protocollo di intesa tra Authority ed Unindustria

CIVITAVECCHIA – L’istituzione di una “zona franca aperta” all’interno del porto di Civitavecchia è il punto centrale dell’accordo siglato questa mattina, nella sede di Unindustria, dal presidente Maurizio Stirpe e da Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità portuale di Civitavecchia, Fiumicino a Gaeta. «Il protocollo d’intesa – ha spiegato Stirpe – riveste grande importanza perché offre, attraverso l’auspicata realizzazione di una zona franca, nuove opportunità di crescita e di sviluppo alle imprese della Regione Lazio, soprattutto quelle che si distinguono per specializzazione e alto valore aggiunto per il Made in Italy, creando le condizioni per rendere ancora più attrattivo il principale scalo marittimo laziale, sia a livello nazionale che internazionale». Inoltre, all’interno dell’accordo si prevedono anche azioni e impegni congiunti di Unindustria e Autorità portuale, per lo sviluppo, più in generale, dell’economia del mare, su temi come le infrastrutture strategiche, la semplificazione e informatizzazione delle procedure di controllo, la retroportualità e l’ambiente, che renderanno tutti i porti laziali più moderni e competitivi, alla stregua dei principali scali marittimi europei, consentendo alle persone e alle merci un transito più efficiente, portando dei vantaggi notevoli anche per quanto riguarda tutto il settore turistico. Autorità portuale ed Unindustria, nei prossimi giorni, andranno insieme dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti per stabilire gli ulteriori passi avanti necessari per arrivare alla “zona franca aperta”.

ULTIME NEWS