Pubblicato il

Domani il passaggio di testimone

Domani il passaggio di testimone

Alle 11 la cerimonia all’aula Pucci tra il commissario Santoriello ed il neo Sindaco. Sopralluogo di Cozzolino a Canale Monterano per verificare lo stato della rete idrica. Ieri mattina l’incontro al Pincio con il segretario generale. Domani festa a piazza Fratti

CIVITAVECCHIA – Si terrà domani alle 11, molto probabilmente all’aula Pucci, il passaggio di consegne tra il commissario straordinario Ferdinando Santoriello e il sindaco Antonio Cozzolino. Prima il colloquio tra il vecchio e il nuovo amministratore, con la cosiddetta ‘‘verifica di cassa’’, poi il passaggio formale delle competenze al sindaco eletto. Una cerimonia alla quale seguirà, nel pomeriggio, a partire dalle 19 a piazza Fratti, la festa organizzatata dal Movimento Cinque Stelle per festeggiare la vittoria alle amministrative. Una festa dove si mangerà e si berrà, ma «ognuno porta qualcosa – spiegano dal Movimento – iniziamo con i tagli alle spese da subito». Oggi intanto si riunirà la commissione elettorale centrale per le verifiche del caso e per la proclamazione ufficiale degli eletti. Ma nel frattempo Cozzolino non perde tempo, anzi. Già un paio di settimane fa ha riunito la prima giunta, per individuare quelle che sono le questioni prioritarie da affrontare. Attenzione su differenziata ed Hcs, ma anche sull’acqua, tanto che il Sindaco ha deciso di recarsi di persone a Canale Monterano per verificare lo stato del bacino e della rete idrica, «Così da ‘‘mettere una pezza’’ per l’estate – ha spiegato – prima di programmare seri interventi strutturali». Ieri intanto si è recato a Palazzo del Pincio per un incontro con il segretario generale Pietro Lucidi: anche il suo caso andrà risolto a breve, con la convenzione con il comune di Allumiere che scade a metà agosto e con la nuova amministrazione che avrà tempo 60/120 giorni per decidere se nominare o meno un nuovo segretario. «Come gruppo  – ha aggiunto il sindaco – abbiamo già preso visione dello Statuto e del Regolamento, per non arrivare all’ultimo momento. Le pressioni saranno tante e, per quanto possibile, proviamo ad anticipare i tempi». Remota l’ipotesi di fare ricorso ad articoli 90; l’impegno di questi giorni sarà quindi quello di indicare anche la squadra che accompagnerà i Cinque Stelle in questa avventura. Tra i primi impegni del neo sindaco, come da lui stesso confermato, ci saranno incontri nei quartieri periferici “«per individuare gruppi di persone – ha spiegato – che possano riformare i comitati di quartiere. Per ricucire il tessuto delle periferie, poi, servirà riorganizzare il trasporto pubblico locale; ovviamente questo passa dal riassetto delle partecipate. Con un nuovo Tpl ridurremo il traffico e quindi l’inquinamento. Questo il nostro obiettivo: motivo per il quale dialogheremo sì con Enel, per diminuire il tenore delle emissioni. I soldi dell’azienda elettrica li ha già tolti il commissario dal bilancio». I primi risultati del lavoro? Per Cozzolino non si vedranno certo a settembre, ma ci vorranno degli anni. Per questo chiede massima collaborazione anche all’opposizione, affinchè sia costruttiva, senza sterili polemiche. Intanto secondo il portavoce del M5S alla Camera Riccardo Fraccaro quella di Civitavecchia è una straordinaria riscossa civica per liberarsi dalla malapolitica». «L’elezione di Antonio – ha aggiunto l’on. Marta Grande – è stata la risposta di una città ad una possibilità di cambiamento, alla possibilità di scegliere, di opporsi, di costruire e di sperare, tutto questo attraverso lo strumento democratico del voto».

ULTIME NEWS