Pubblicato il

Santa Marinella, l'Orto botanico nel degrado

di GIAMPIERO BALDI
 

SANTA MARINELLA – Orto botanico nel degrado. Quando il Comune di Santa Marinella emise il bando di gara per l’affidamento del parco pubblico dell’Orto Botanico aveva l’obiettivo di riportare questa splendida struttura al suo antico splendore. Per anni, questa sorta di polmone verde a due passi dal mare, era stato gestito dal Rione Pirgus, che lo aveva fatto diventare il suo quartier generale con manifestazioni culturali ed eventi tradizionali. Un paio di anni fa, però, l’amministrazione Bacheca decise che era il caso di risolvere una volta per tutte il problema della gestione dei parchi pubblici, indicendo un bando di gara che per quel che riguarda l’Orto Botanico se lo aggiudicò l’associazione onlus Nuovi Orizzonti che, in base al capitolato, avrebbe dovuto mantenere pulito il parco e in cambio avrebbe avuto delle agevolazioni tra cui la possibilità di inserire strutture ludiche, un punto ristoro e organizzare spettacoli. Chiaramente, se l’associazione vincitrice non avesse ottemperato a questi impegni, avrebbe perso la convenzione. Nell’accordo si prevedeva inoltre che il vincitore della gara avrebbe dovuto  provvedere alla manutenzione ordinaria entro dieci giorni dalla firma della convenzione e che avrebbe dovuto impegnarsi nella manutenzione straordinaria entro il settembre di ogni anno. Nei cartelli applicati dall’associazione sul cancello del parco verde, si evidenzia che la Nuovi Orizzonti avrebbe dovuto provvedere alla pulizia del parco pubblico entro il 17 marzo scorso. Chi ha l’opportunità di transitare nei pressi dello spazio verde non potrà non notare che l’area è immersa nella vegetazioni e nel degrado più assoluto. Con l’estate ormai alle porte, vedere l’unico polmone verde di Lungomare Marconi ridotto in queste condizioni, diventa difficile prevedere un’estate al ritmo di musica e di eventi tradizionali all’interno dell’Orto Botanico.
 

ULTIME NEWS