Pubblicato il

"Porto amico": illustrati i primi risultati

Lo studio sulla customer satisfaction portato avanti da Codacons ed Authority

Lo studio sulla customer satisfaction portato avanti da Codacons ed Authority

CIVITAVECCHIA – Migliorare la comunicazione e, soprattutto, il rapporto con il tessuto cittadino. Non è una novità quanto evidenziato dal Codacons con i primi risultati del progetto “Porto amico” avviato con l’Autorità Portuale, sulla rilevazione della customer satisfaction tra i passeggeri. «I dati ufficiali arriveranno tra qualche settimana – ha spiegato il presidente Comitas Francesco Tamburella, che ha condotto l’indagine – ma già abbiamo un’idea chiara e siamo pronti a proporre dei consigli sia al porto che alla città». L’occasione per focalizzare l’attenzione sullo scalo locale è stata l’inaugurazione, a via Giusti, della nuova sede dell’associazione consumatori, ristrutturata grazie alla Fondazione Ca.Ri.Civ. «Un punto di riferimento – hanno spiegato i presidenti locale e nazionale del Codacons, Sabrina De Paolis e Carlo Rienzi – per i cittadini che fino al 5 luglio, ad esempio, potranno aderire al ricorso contro la Tia straordinaria». Ma il pomeriggio è stato interamente dedicato al porto, con la presenza del presidente Pasqualino Monti, che si è è detto pronto, recependo con spirito costruttivi le proposte che verranno, a migliorare l’informazione su quanto avviene in porto, e ha ricordato di aver imboccato già da tempo la strada di una migliore qualità dell’offerta di servizi ai turisti, cercando di colmare le lacune che ci sono nel rapporto tra porto e città. La parola d’ordine, secondo Monti, deve essere “accoglienza”, nel senso di fornire ai turisti servizi, percorsi enogastronomici e culturali. “In questo senso – ha ricordato il presidente – stiamo portando avanti il progetto di riqualificazione dello splendido sito archeologico alla Frasca: chissà che un domani riusciremo a portare con delle piccole imbarcazioni i turisti a quel sito. Per non parlare della riqualificazione del porto storico. Sono sempre disposto a mettermi seduto a ragione, per l’interesse generale; e credo che lo voglia anche il nuovo sindaco con il quale ho già avuto modo di incontrarmi”.

ULTIME NEWS