Pubblicato il

La cassaforte fatta saltare in aria con gas esplosivo

La cassaforte fatta saltare in aria con gas esplosivo

TARQUINIA. Una tecnica da professionisti per il furto di domenica notte a Ingrande. Bottino da 7mila euro. Diverse banconote bruciate. Tracce e filmati al vaglio dei Carabinieri

TARQUINIA – Non c’è pace al supermercato ‘’Ingrande’’ di Tarquinia, ancora una volta visitato dai ladri, domenica notte. Modesto però stavolta il bottino che si aggira sui 7mila euro. I malviventi sono entrati in azione intorno alle tre di notte, approfittando forse anche del maltempo che in quelle ore imperversava sul territorio. I ladri si sono introdotti all’interno dell’ipermercato, situato nella zona artigianale di Tarquinia, attraverso una finestra laterale. Inutile l’allarme subito scattato, che ha messo in azione il vigilantes e i carabinieri, poco dopo intervenuti sul posto. I ladri, probabilmente professionisti, hanno infatti agito in gran velocità. Hanno segato le sbarre e con l’ausilio di un innesco elettrico attivato da una miscela esplosiva di gas, probabilmente acetilene, in un battibaleno hanno fatto saltare in aria lo sportello esterno della cassaforte del supermercato, riuscendo a racimolare parte del denaro contenuto all’interno. Molte banconote sono infatti rimaste bruciate nell’esplosione che ha generato anche danni nell’area situata all’ingresso del supermercato. Secondo quanto si è appreso, i Carabinieri starebbero ora lavorando su alcune tracce rilasciate dai malviventi. Forse ad agire sarebbero stati in tre, probabilmente a volto coperto. Al vaglio anche alcuni filmati delle telecamere di videosorveglianza. Indagini a 360 gradi da parte dei Carabinieri che non trascurano alcun particolare. I furti messi a segno ai danni dell’ipermercato di Tarquinia sono diversi. Già a luglio 2007, con una tecnica analoga all’attuale, i ladri riuscirono a portarsi via un bottino da 50mila euro. Un colpo sul quale indagò la Polizia. A gennaio 2009 il bottino fu di 15mila euro, in quel caso la cassaforte venne aperta con un frullino. (a.r.)

ULTIME NEWS