Pubblicato il

Hcs: "Fornita l'informazione sulle luci votive"

CIVITAVECCHIA – Sull’informazione fornita agli utenti per il rinnovo dei contratti ‘‘luci votive’’, Hcs replica, facendo presente che «la notizia era diffusa ampiamente presso i cimiteri comunali, con affissione di notevole materiale e attraverso gli organi di informazione locale che provvedevano ad ampia pubblicazione della notizia, in corrispondenza dell’avvio delle attività e delle successive proroghe». Il liquidatore Mauro Iovino, inoltre, fa presente che la notizia è anche pubblicata sul sito www.hcs-civitavecchia.it: «L’iniziativa – dichiara – anche a seguito della capillare informazione diffusa, raggiungeva certamente gli obiettivi prefissati avendo registrato il pagamento e la regolarizzazione di circa l’80% delle utenze in soli 5 mesi di attività». Sul fatto che anche la Provincia abbia dato comunicazione dell’invito da parte di Hcs a regolarizzare i contratti ‘‘luci votive’’, di sicuro non ci piove, come pure è innegabile che la holding agli utenti quest’anno non ha trasmesso alcun bollettino di conto corrente per il pagamento. E chi non vive a Civitavecchia limitandosi a farsi trasmettere la posta da terzi? Avrebbe tra qualche mese riscontrato il distacco al cimitero, con tutto quello che la cosa avrebbe comportato. Tra l’altro, nella nota trasmessa nei giorni scorsi da Hcs agli organi di informazione, appariva il numero 0766-390036. Proprio contattando questo numero ci si sente dare spiegazioni che coincidono perfettamente con i contenuti dell’articolo apparso ieri sulla Provincia. Ma probabilmente nei giorni scorsi nessuno ha provveduto ad istruire adeguatamente il personale. Così come nessuno – ed è innegabile – si è preoccupato di trasmettere un semplice bollettino agli utenti.

ULTIME NEWS