Pubblicato il

Dehors ingombrante: 70enne cade e finisce all'ospedale

Dehors ingombrante: 70enne cade e finisce all'ospedale

Lo sfogo del malcapitato che scrive al sindaco Cozzolino: "Il Comune mi riconosca un risarcimento simbolico di 100euro: lo devolverò a favore di un giardiniere perché metta in ordine qualche pianta al viale"

CIVITAVECCHIA -Trauma cranico, contusione del ginocchio e del polso sinistro. Sono i danni fisici riportati da Marcello V., 70enne civitavecchiese, vittima della decisione di posizionare un dehors sul marciapiede lato mare di viale Garibaldi. La polemica si riaccende, dopo che l’uomo, nella tarda serata di sabato, è inciampato a causa della strada dissestata, vicino agli alberi. Una caduta accidentale, che ha costretto il signor Marcello a ricorrere alle cure del pronto soccorso dell’ospedale San Paolo: «Quando siamo giunti all’altezza di quel chiosco messo per dispetto in mezzo alla strada – dichiara il malcapitato – sono stato costretto a spostarmi leggermente verso destra e con il piede destro sono finito in quel quadrato di terra che sta sotto gli alberi, più basso rispetto al marciapiede, inciampando poi sul bordo del travertino quando ho avanzato col piede sinistro. Ho perso l’equilibrio – racconta il 70enne – e sono caduto per terra: mi hanno portato all’ospedale e verso l’una di notte mi hanno dimesso». Ora il signor Marcello scrive al sindaco Cozzolino: «Quel chiosco in mezzo al viale, dove passeggia la gente, è come un pungo in un occhio. Perché non lo spostate? Perché non curate le aiuole intorno alle piante? Magari mettendo una piccola recinzione di rete – spiega – come dall’altra parte». Vignoli chiede al Comune un simbolico riconoscimento di 100 euro: «Lo devolverò a un giardiniere, affinché metta in ordine qualche pianta del viale. Credo che questo sia il nuovo e giusto rapporto con i cittadini di cui lei parlava al Ghetto prima di vincere le elezioni con tanti, tanti voti», conclude rivolgendosi al sindaco Cozzolino.

ULTIME NEWS