Pubblicato il

L’emergenza lavoro incombe alla Pucci

L’emergenza lavoro incombe alla Pucci

Tra i presenti numerosi appartenenti alle realtà occupazionali più svantaggiate. Curioso siparietto tra i banchi dell’opposizione: in scena l’astio tra Tidei e Guerrini  

La nuova amministrazione parte fra tanto entusiasmo, gremita come non mai l’aula Pucci, e mille emergenze. Non può infatti essere passata inosservata la presenza dei lavoratori di Tirreno Power, dei dipendenti di HCS, alcuni bengalesi ed addirittura uno striscione ‘‘salvate il Civitavecchia Calcio’’. Il tema del lavoro sarà la prima vera grande battaglia per Cozzolino che ha detto di voler salvaguardare tutti i posti di lavoro delle partecipate, sottolineando che «abbiamo chiesto sacrifici ai cittadini con le tasse ma li dovremo chiedere anche ai lavoratori. Per esempio è impensabile che possano esistere ancora stipendi da 7mila euro al mese». Per quanto riguarda la questione di TVS il sindaco, insieme alla parlamentare Marta Grande, sta provando a porre la questione sul tavolo del governo nazionale. Curioso invece un battibecco all’interno dell’opposizione, fra Tidei e Guerrini: «Guerrini si diverte, mica ha capito che ha finito» ha affermato sornione Tidei. «Non credo proprio» ha replicato Guerrini, prima della controreplica: «Intanto io nel Pd ce sto ancora». Da segnalare anche il tifo da stadio presente durante i vari interventi: i sostenitori specie di Tidei e Cozzolino non sono mancati di applaudire gli interventi dei propri preferiti. Diverse le interruzioni dal pubblico di contestazione all’intervento di Tidei, che non ha affatto gradito.

ULTIME NEWS