Pubblicato il

Tia 2011, c’è tempo fino al 5 luglio per fare ricorso

Il Coordinamento bacchetta il Sindaco: «Continua a non chiarire la sua posizione»

Il Coordinamento bacchetta il Sindaco: «Continua a non chiarire la sua posizione»

CIVITAVECCHIA – «È caduta ogni speranza di un cambio di rotta della nuova amministrazione rispetto a quella vecchia, riguardo alle tassazioni suppletive che servono a colmare le voragini dei conti di Hcs e delle sot». Lo dichiara in una nota il Codacons, affermando che nessuna risposta sarebbe arrivata dal sindaco Cozzolino alla richiesta di spiegazioni sul perché della decisione di difendere a spada tratta la Tia 2011 mediante «l’avvocatura comunale, presso il Consiglio di Stato e contro i cittadini. Contro la famigerata Tia voluta da Tidei – si legge nella nota – Ascom e Codacons hanno ottenuto la sentenza del Tar favorevole ai cittadini. Appare allora chiaro – prosegue il Codacons – che in assenza dell’auspicata revoca del neosindaco delle tassazioni suppletive, l’unica arma di difesa dei cittadini resta quella del ricorso al Tar. Entro il 5 luglio – fa sapere il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori – è ancora possibile per i cittadini che si associano al Codacons, aderire gratuitamente al ricorso contro la Tia suppletiva 2012. Anche imprenditori, commercianti, artigiani e liberi professionisti potranno aderire gratuitamente». Sia per i cittadini che per le imprese è sufficiente scaricare informazioni e modulistica dal sito www.codacons.it, compilare i moduli e consegnarli presso la sede Codacons di via Giusti 22. I cittadini che non hanno accesso alla rete Internet, possono recarsi direttamente presso la sede Codacons, tutti i giorni dalle 9 alle 12. 

Mariassunta Cozzolino

ULTIME NEWS