Pubblicato il

«Oggi conta solo il disagio per i turisti»

S. MARINELLA. Prosegue la diatriba tra maggioranza e opposizione sulla vicenda dello stabilimento Perla del Tirreno. Il Pd: «Si risolvano tutte le questioni che ruotano attorno all’inefficienza amministrativa»

S. MARINELLA. Prosegue la diatriba tra maggioranza e opposizione sulla vicenda dello stabilimento Perla del Tirreno. Il Pd: «Si risolvano tutte le questioni che ruotano attorno all’inefficienza amministrativa»

S. MARINELLA – Hanno colpito nel segno, le esternazioni dell’assessore ai lavori pubblici Raffaele Bronzolino, che imputava al Pd locale la responsabilità di non voler fare le opere pubbliche guardando più a fare polemiche e a creare allarmismi invece di collaborare con l’amministrazione nel risolvere i problemi della città. «Ci rendiamo conto che l’enorme mole di lavoro e la massima disponibilità dell’assessore Bronzolino possano aver offuscato alcune sue considerazioni – si legge in una nota del direttivo del Partito Democratico – perché in una democrazia compiuta chi vince le elezioni governa, chi perde ha un ruolo di controllo, di stimolo e di denuncia. E’ singolare che un assessore con un’enorme responsabilità chieda a un semplice cittadino la soluzione dei problemi irrisolti. I cittadini hanno dato mandato a lui e alla sua Giunta di trovare mezzi, tempi e modi per arrivare alla fine dei compiti che ci si sono prefissati per risolvere i tanti problemi che affliggono la nostra città. Tempo fa c’era la crisi che impediva l’agire sulle cose da fare, oggi c’è la burocrazia o gli intoppi sulle scelte delle ditte». «Senza creare allarmismi – continua la missiva – noi prendiamo atto delle dichiarazioni politiche dell’assessore Bronzolino che cerca di darci risposte sulle cabine chiuse dello stabilimento balneare comunale nonostante, come dice lui, i lavori, siano stati effettuati in tempi brevi. Oggi però ravvisiamo il disagio dei turisti e dei villeggianti che rendono l’immagine della Perla inquinata dal dubbio che su questo tema si stia giocando una partita che nulla ha a che vedere con gli interessi della città. E poiché stiamo nel periodo prossimo alla stagione estiva chiediamo che il monumento all’inefficienza amministrativa e cioè la biblioteca, sia da ripulire negli spazi a vista ai cittadini e che le transenne lungo l’Aurelia e in via della Libertà vengano arretrate verso l’edificio per permettere il passaggio sul marciapiede dei pedoni. Ci stupiscono le dichiarazioni di Bacheca sui tagli poiché è risaputo che sono necessari a far rientrare il bilancio regionale». (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS