Pubblicato il

Torre Sud, mercoledì vertice a Pincio

Torre Sud, mercoledì vertice a Pincio

Nessun rappresentante dell'amministrazione comunale al tavolo nazionale convocato al Ministero per domani. Presidio dei lavoratori a Roma con partenza alle 14.30 dalla centrale

CIVITAVECCHIA – Non ci saranno rappresentanti dell’amministrazione comunale al tavolo nazionale convocato al Ministero dell’Economia per domani, sulla vertenza Tirreno Power. “Nella giornata del 2 luglio gli stessi esponenti di Tirreno Power che il giorno prima prenderanno parte a questo tavolo – hanno chiarito dal Pincio – parteciperanno ad un incontro presso il comune di Civitavecchia, richiesto dal sindaco Cozzolino all’inizio della passata settimana. È intenzione di questa amministrazione chiedere di essere ammessa ai lavori dei prossimi tavoli che il Governo riterrà opportuno convocare su questa vertenza”.
All’appuntamento di domani al Ministero, in programma per le 16, sono stati invitati a partecipare i vertici di Tirreno Power, le organizzazioni sindacali nazionali di categoria, il Ministero dell’Ambiente e i Presidenti delle Regioni Liguria, Campania e Lazio. “Si tratta di un appuntamento importante – hanno spiegato i rappresentanti locali di Cgil, Cisl, Uil ed Ugl – nell’ambito della delicata e complessa vertenza nazionale finalizzata alla difesa dell’occupazione dei lavoratori di Tirreno Power, diretti, indiretti e dell’indotto”.
In concomitanza con la riunione si terrà un presidio, davanti il Ministero, animato dai lavoratori delle Centrali di Vado Ligure, Napoli Levante e Torrevaldaliga Sud di Civitavecchia.
Da Civitavecchia partirà un pullman, organizzato dalle organizzazioni sindacali di categoria, alle 14.30, da davanti la centrale di Torre Sud che porterà i lavoratori a Roma, davanti il Ministero dell’Economia, in via Molise, 2.
“Invitiamo l’intero mondo del lavoro, i pensionati, tutti i cittadini, le forze politiche e sociali a sostenere, con la presenza al presidio – hanno spiegato i sindacati – la lotta dei lavoratori di Tirreno Power. Già domani sera, in ragione dell’esito della riunione, le organizzazioni nazionali di categoria valuteranno come proseguire nella vertenza. Come confederazioni territoriali di Civitavecchia, coerentemente con gli impegni assunti nell’ambito del recente incontro all’aula Pucci, sosterremo tutte le iniziative che i lavoratori di Tvs, decideranno di intraprendere, chiedendo anche ad Enel, di farsi carico del problema in ragione degli accordi sottoscritti nel tempo. Il nostro obiettivo è non perdere nemmeno un altro posto di lavoro in un territorio dove le percentuali di disoccupazione hanno già raggiunto livelli socialmente insopportabili”.

 

ULTIME NEWS