Pubblicato il

Centri polivalenti, arriva la Corte dei Conti

CIVITAVECCHIA – Alla fine è arrivata la Corte dei Conti per fare luce su quanto avvenuto negli ultimi anni all’interno dei centri sociali polivalenti cittadini. A quanto pare l’ispezione sarebbe partita dalla denuncia dell’ex consigliere della II circoscrizione Roberto Scarmigliati, che per diversi anni ha messo in evidenza diverse anomalie ed ha portato ad una verifica contabile. “La Corte dei Conti che, in questi giorni, è intervenuta chiedendo al segretario generale una relazione contabile di tutti i Centri Sociali Polivalenti – ha spiegato Scarmigliati – ha poi richiesto il lavoro prodotto dal collegio revisore dei conti dei centri comunali ed ha voluto conoscere tutti i contributi elargiti nel periodo 2002-2012”. Come spiegato da Scarmigliati “è dal 2004 che l’amministrazione comunale non nomina il Collegio Revisore dei Conti dei Centri Polivalenti che – ha aggiunto – è organo di controllo obbligatorio dei centri stessi, previsto nel regolamento emanato dal consiglio comunale n.126/2003. Dal 2004, quindi, la legittimità della gestione di centri sociali polivalenti i quali, giova ricordarlo, beneficiano ogni anno di sostanziosi contributi economici da parte di enti pubblici, appare molto dubbia. Per tale ragione la Corte dei Conti ha ritenuto necessario accendere i propri riflettori sulla documentazione amministrativa e contabile dei centri sociali polivalenti di Civitavecchia, avendo evidentemente riscontrato la fondatezza dei numerosi rilievi che il sottoscritto ha mosso su tale delicata questione”. Scarmigliati ha poi ricordato che ad aprile il commissario prefettizio Ferdinando Santoriello avrebbe disposto un’indagine amministrativa e contabile sui centri del territorio. Dall’indagine portata avanti dal dirigente ufficio Finanze del Comune sarebbe emerso che alcuni centri comunali sarebbero sprovvisti dei libri contabili, dei libri dei verbali e dei bilanci consuntivi, e questo dal 2004. “Di tutto questo – ha concluso Scarmigliati – ho recentemente interessato anche il neo sindaco Antonio Cozzolino e l’assessore Daniela Lucernoni affinchè riportino legalità, trasparenza e correttezza amministrativa contabile nei centri comunali, al fine di contribuire, una volta per tutte, a fare finalmente chiarezza nella gestione delle strutture comunali”. L’assessore Daniela Lucernoni ha confermato di aver appreso della situazione e di averla messa in agenda, anche se, in questo momento, ci sarebbero altre criticità da affrontare.    

 

ULTIME NEWS